Nomadland a Venezia 77
Festival Mostra Venezia

Venezia 77, il penultimo giorno: presentato l’attesissimo “Nomadland”

Nel penultimo giorno di Venezia 77, Venerdì 11 Settembre, entrano in competizione gli ultimi due film: l’attesissimo Nomadland di Chloe Zhao e o In Between Dying di Hilal Baydarov. Fuori concorso, presentati Paolo Conte, via con me di Giorgio Verdelli e Crazy, not Insane di Alex Gibney.


Nomadland è basato sul libro di Jessica Bruder intitolato Nomadland: Un racconto d’inchiesta e la sinossi ufficiale recita “Dopo il collasso economico di una città aziendale nel Nevada rurale, Fern carica i bagagli sul proprio furgone e si mette in strada alla ricerca di una vita fuori dalla società convenzionale, come una nomade moderna“ (qui il trailer del film). La protagonista di Nomadland è Frances McDormand, due volte premio Oscar, e ad affiancarla ci sono i veri nomadi Linda May, Swankie e Bob Wells. Il film è stato molto apprezzato dalla critica ed è uno dei favoriti per il Leone d’oro. Apprezzata anche l’interpretazione di Frances McDormand, a tal punto che potrebbe essere una protagonista alla prossima edizione degli Oscar.

 In Between Dying di Hilal Baydarov, che arriva dall’Azerbaijan, è soprattutto la storia di un viaggio interiore; un uomo irrequieto in cerca dell’amore e del senso della vita, nel corso di una giornata, farà una serie di incontri, incidenti e vari pericoli.

Paolo Conte, via con me, presentato fuori concorso, è un docu-film diretto da Giorgio Verdelli. E’ un omaggio ad uno dei più importanti artisti italiani e lo fa raccontando attraverso un’intervista, i suoi concerti, filmati, testimonianze di colleghi e amici come Roberto Benigni, Jane Birkin, Isabella Rossellini e Pupi Avati. E’ programmazione nelle sale il 28, il 29 e il 30 Settembre come film evento.

Crazy, not Insane è un’indagine documentaristica di Alex Gibney sulla mente criminale. Al centro del film c’è la dottoressa Dorothy Otnow Lewis, psichiatra che ha esaminato numerosi serial killer, e che cerca di rispondere a domande come Perché alcuni di noi uccidono e altri resistono alla tentazione? .

Durante la giornata è stato presentato anche il pilot di 30 Coins, la nuova serie firmata dal regista Alex De La Iglesia. La serie è composta da 8 episodi da 60 minuti e verrà distribuita nei 21 Paesi in cui è già disponibile HBO Europe (e arriverà prossimamente in Italia) e come recita la sinossi ufficiale:

“Padre Vergara è un esorcista, pugile ed ex detenuto spedito a fare il parroco in un remoto paesino. Vuole dimenticare ed essere dimenticato, ma i suoi nemici lo troveranno presto. Accadono cose strane e una bizzarra squadra formata dal sindaco Paco e dalla veterinaria Elena cerca la verità, mentre la realtà viene distorta da una moneta maledetta che è al centro di una cospirazione globale”.

Alex De La Iglesia ha commentato così la serie: “Analizzare logicamente l’idea di Dio conduce a molte eresie. Questo concetto è alla base della nostra storia. C’è chi crede che se Dio comprende ogni cosa, la sua essenza debba contenere anche l’idea del male. Dio e il Diavolo possono essere considerati aspetti della stessa entità che in sé è molto più complessa. Questo è l’elemento costitutivo della nostra storia: nella stessa chiesa, alcuni credenti sostengono modi diversi di intendere la materia divina. Dio è Vita, ma anche Morte”.

DI SEGUENTE, I RESOCONTI DELLE ALTRE GIORNATE DI VENEZIA 77

Lascia un Commento...