Venezia 77, Tilda Swinton Leone d'Oro
Festival Mostra Venezia

Venezia 77: la prima giornata, da Lacci al Leone d’Oro di Tilda Swinton


Il  77° Festival di Venezia è un miracolo, parola di Cate Blanchett. “Chi organizza il festival ha fatto un miracolo. Di coraggio, di creatività. E io sono profondamente d’accordo con le intenzioni di chi ha preparato la Mostra: bisogna riaprire. L’industria del cinema, come ogni industria, ha vissuto mesi di sofferenza indicibile. Adesso è il momento di tirare fuori la testa, di riemergere”, ha dichiarato l’attrice due volte premio Oscar e presidente della giuria che assegnerà il Leone d’oro. Il resto della giuria è composto da Nicola Lagioia, Matt Dillon, Ludivine Seigner. Veronika Franz, Joanna Hogg e Christian Petzold.

Il Festival è meno sobrio del solito, a causa delle norme anti Covid-19, ma non delude. Il primo film di apertura di Mercoledì 2 Settembre, fuori concorso, è stato Lacci di Daniele Lucchetti, che ha ricevuto feedback positivi, e si è chiuso con il Leone d’Oro alla Carriera consegnato a Tilda Swinton. 

Durante il discorso di ringraziamento, la Swinton ha dichiarato: “Il cinema è il mio luogo felice è la mia madrepatria” e ha concluso ricordando Chadwick Boseman, scomparso prematuramente alcuni giorni fa “Viva Venezia. Cinema, cinema cinema. Wakanda Forever”.

Oggi, 3 Settembre, saranno valutati i primi film in concorso. La star più attesa è Pedro Almodóvar che presenterà fuori concorso The Humain Voice, con protagonista Tilda Swinton.

Lascia un Commento...