Quest’oggi all’interno del Bif&st – Bari International Film Festival si è tenuta la conferenza stampa del film Dei, proiettato in anteprima nazionale ieri presso il Multisala Galleria di Bari.

Assieme a Riccardo Scamarcio, erano presenti in sala anche il regista Cosimo Terlizzi, il presidente dell’Apulia Film Commision, Maurizio Sciarra e gli attori Luigi Catani, Andrea Arcangeli, Martina Catalfamo, Angela Curri e Andrea Piccirillo.

Questo è il nostro resoconto della conferenza stampa.


Il regista ci spiega che il film è nato come la volontà di mettere in scena un racconto tormentato col potere di accomunare tutti coloro che vivono al Sud, gente che ha voglia di guardare oltre e scoprire nuovi orizzonti, cercando però di rimanere nella propria terra di origine. Nel suo intento, spiegare la malinconia dello spostamento ed il legame verso gli Dei (da cui deriva il nome del lungometraggio). Il risultato per lo spettatore dev’essere un’esperienza fatta di meno parole e più fatti con una storia quasi zen con un’andamento soft.

Prendendo la parola Riccardo Scarmarcio ci racconta che ha voluto produrre il film grazie alla sua compagnia – la Buena Onda – perché desideroso di ricercare nuovi artisti e nuovi talenti a cui può dare consigli e far si che questi possano mostrare il proprio talento, anche dal punto di vista tecnico.

Luigi Catani, che interpreta il protagonista Martino, ha spiegato di essere stato avvisato di aver superato il provino soltanto una settimana prima delle riprese. Andrea Arcangeli ha ringraziato il regista, raccontando che si è sentito in dovere di eseguire l’idea chiara e precisa proposta da Terlizzi, e per farlo non ha fatto altro che riempire il regista con una moltitudine di domande atte a capire il suo reale volere.

In conclusione ha preso la parola anche Maurizio Sciarra, il quale ha dichiarato che nel prossimo bando dell’Apulia Film Commission, i talenti Pugliesi non saranno più vincolati a locations nel solo territorio regionale.

Di seguito la trama del film Dei:

Martino lavora tutte le notti con il padre alla ricerca di ferri vecchi tra il desiderio di studiare filosofia e le complicate condizioni economiche della famiglia. Un giorno incontra un gruppo di amici dal carattere estroverso che lo introduce alla vita di città. Martino inizia così un percorso di consapevolezza tra la voglia di emancipazione e il suo legame con la natura.

Di seguito alcune foto della conferenza stampa.