Star Trek: Discovery: è morto l’attore Kenneth Mitchell

Morto Kenneth Mitchell, aveva interpretato vari ruoli in Star Trek: Discovery

L’attore Kenneth Mitchell, noto per aver interpretato diversi personaggi in Star Trek: Discovery, è morto nella giornata di sabato.

Il triste annuncio, avvenuto attraverso i canali social dello stesso attore, è stata battuta poco fa da Deadline. Kenneth Mitchell è morto sabato dopo una lunga lotta con la SLA, malattia diagnosticatagli nel 2020. Mitchell aveva 49 anni. Qui il messaggio social della famiglia (trovate il post-social in fondo alla pagina):

Con il cuore pesante annunciamo la scomparsa di Kenneth Alexander Mitchell, amato padre, marito, fratello, zio, figlio e caro amico. […] Per cinque anni e mezzo, Ken ha affrontato una serie di terribili sfide legate alla SLA. E nel vero stile Ken, è riuscito ad elevarsi al di sopra di ognuno con grazia e impegno, per vivere una vita piena e gioiosa in ogni momento. Viveva secondo il principio che ogni giorno è un dono e non camminiamo mai da soli.”

Kenneth Mitchell ha interpretato tre personaggi Klingon nelle prime due stagioni di Star Trek: Discovery, ossia Kol nella prima stagione, Kol-Sha e Tenavik nella seconda. Nella terza stagione, poi, con il progredire della malattia, ha interpretato Aurellio, un personaggio che utilizzava una sedia a rotelle, creata per incorporare nella serie il suo bisogno di una sedia a rotelle. La sua esperienza con l’universo Star Trek, però, non si era fermata a Discovery: sua è stata la voce di tre personaggi nella prima stagione di Star Trek: Lower Decks.

In carriera ha poi interpretato il ruolo di Eric Green in Jericho della CBS, ma anche Joseph Danvers in Captain Marvel del 2019, ovvero il padre di Carol (Brie Larson), apparso in un flashback.

Mitchell ha lasciato la moglie Susan, i loro figli, Lilah e Kallum, i suoi genitori, suoceri e diversi nipoti.


Scopri di più da Universal Movies

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.