Gli spiriti dell’isola: recensione del film di Martin McDonagh

Gli spiriti dell'isola: recensione del film con Colin Farrell

Diretto da Martin McDonagh, “Gli spiriti dell’isola”, uscito in sala il 2 febbraio 2023 e disponibile dal 22 marzo sulla piattaforma Disney+, è una pellicola bizzarra che unisce dramma e commedia, e che ha riscosso una buona dose di apprezzamenti e premi, tra questi non possiamo non citare le nove candidature agli Oscar e i tre Golden Globes vinti.

La trama segue la vita di Pádraic, madriano che vive con la sorella, la cui vita è sconvolta dalla brusca rottura dell’amicizia che lo legava al violinista Colm. Rottura avvenuta, apparentemente, senza ragione e che porterà conseguenze ben al di là di ogni logica aspettativa. Sullo sfondo, una verdeggiante isola irlandese a poche miglia nautiche dal paese, dove imperversa la guerra civile.

Martin McDonagh, regista del pluripremiato “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”, chiama a raccolta i protagonisti del precedente “In Bruges – La coscienza dell’assassino”, datato 2008, per trasportare sullo schermo il terzo capitolo di una sua pièce teatrale, intitolata per l’appunto “The Banshees of Inisheer”.

Il duo “Colin Farrell/Brendan Gleeson” funziona, così come il resto del cast, che riesce a dar vita a un’opera recitativa corale degna di nota. Purtroppo, al di là del succitato aspetto e della bella fotografia firmata da Ben Davis, il film incespica sul farraginoso sentiero dell’allegoria riuscendo, secondo il parere di chi scrive, solo in parte nell’intento.

Il contenuto tematico di “Gli spiriti dell’isola” è d’assoluto interesse (l’influenza finanche delle scelte più piccole sulla vita non solo dei diretti interessati ma dell’intera comunità; la preminenza della figura femminile; la mitologia; la guerra, fuori campo, che aleggia a mo’ di fantasma), eppure la scrittura, nel divincolarsi tra metafore e personaggi e paesaggi, appare a tratti un po’ confusa, forzata, non all’altezza della messa in scena e dei suoi interpreti (Farrell meritatamente miglior attore alla mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia).

Siamo certi che questa favola cupa abbia diviso e continuerà a dividere gli spettatori e la critica, tra chi griderà al capolavoro e chi uscirà dalla visione con la sensazione di aver perso quasi due ore del proprio tempo. Il nostro parere s’attesta esattamente a metà strada: “Gli spiriti dell’isola” è un film ricco di temi interessanti, un film stratificato e complesso interpretato magistralmente, ma che purtroppo lascia un che di occasione mancata.

Come anticipato, Gli spiriti dell’isola approderà su Disney+ dal 22 febbraio 2023.

Gli spiriti dell'isola
Gli spiriti dellisola recensione film

Regista: Martin McDonagh

Data di creazione: 2023-03-19 10:46

Valutazione dell'editor
2.5

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.