Come abbiamo già avuto modo di annunciarvi, Bryan Fuller non è più coinvolto nella produzione di Star Trek: Discovery,  ma in una recentissima intervista su RadioTime potrebbe aver svelato dettagli molto importanti proprio su questa rinata saga televisiva.

A pochi mesi dal varo di questo nuovo show e a pochi giorni dall’inizio delle riprese programmate per l’inizio del prossimo anno, conosciamo effettivamente ancora pochi dettagli circa la trama della serie e l’andamento della prima stagione. Poco sappiamo del cast, a parte il coinvolgimento di Michelle Yeoh (capitano Georgiou), di Doug Jones (Tenente Saru) e Anthony Rapp (Ufficiale Scientifico Stametsin)..

Sappiamo inoltre che Byan Fuller, prima del suo definitivo abbandono, ha scritto i primi due episodi e delineato l’intera stagione che dovrebbe essere sviluppata su un particolare evento di cui si è già parlato nella serie classica di Star Trek, ma che non è mai stato esplorato in maniera approfondita, anche se Nikolas Meyer nel febbraio scorso disse che lo stesso Fuller considerava  Star Trek VI: Rotta verso l’ignoto (sesto film della serie cinematografica ed ultimo con il cast originale al completo) come “pietra di paragone” per il nuovo spettacolo.

Ma adesso, lo stesso ex Showrunner, su RadioTimes, quando gli è stato chiesto di descrivere come sarà Star Trek: Discovery, ha risposto:

Penso che quello che stavamo facendo con Star Trek è stato … direi “capirsi” ………. Sono molto curioso di vedere come ora si svolgerà lo Show.

Ora proviamo a fare qualche speculazione sulla parola “capirsi”, ricollegandola alle dichiarazione di Meyer in riferimento al Film “Rotta Verso l’Ignoto” (i fan ricorderanno sicuramente la trama del film). Potremmo quindi trarre delle logiche ipotesi: Il famoso evento di cui si è parlato nella serie classica, ma che non è mai stato esplorato in maniera approfondita, potrebbe essere legato al rapporto, mai idilliaco, tra la “Federazione dei Pianeti Uniti” e l’Impero Klingon e “capirsi” potremmo tradurlo con “trovare un comune accordo”ovvero “integrazione e rispetto reciproco”, nel completo rispetto dell’originale spirito Rondenberryano.


Star Trek: Discovery sarà prodotta da Alex Kurtzman, lo sviluppo è stato affidato a Gretchen Berg e Aaron Harberts e la consulenza creativa ad Akiwa Goldsman,
nel cast Michelle Yeoh, Doug Jones e Anthony Rapp.

Star Trek: Discovery avrà una durata di 13 episodi ed andrà in onda negli Usa su CBS (il primo episodio) e successivamente su CBS All Access, nel resto del mondo sarà Netflix a distribuirla.

Star Trek: Discovery andrà in onda a maggio 2017.