Ricky Stanicky – L’amico immaginario, recensione del film con John Cena

Ricky Stanicky – L’amico immaginario è una commedia del 2024 diretta da Peter Farrelly, distribuita su Prime Video dal 7 marzo. Questa è la recensione.

Il film viene da una lunga gestazione (era il 2010 quando è stato annunciato), con vari attori – anche noti – collegati ai ruoli principali (Johnny Depp e James Franco tra questi) e rinvii più o meno importanti. Il via alla produzione è però arrivato nel 2022, con un cast che conta la presenza di John Cena, Zac Efron e William H. Macy.

In Ricky Stanicky – L’amico immaginario un terzetto di ragazzini crea un amico immaginario a cui addossare le colpe nel momento del bisogno. Negli anni i tre amici sono divenuti grandi, con lavori importanti e situazioni familiari ben definite, ma ciononostante ancora sentono il bisogno di sfruttare quell’amico immaginario per scopi non proprio onorevoli. I problemi però aumentano quando giunge il momento di presentare Ricky alle persone amate. I tre amici allora decidono di ingaggiare un attore con una carriera in declino per interpretare quel ruolo. Sarà l’inizio dei loro più grandi problemi!

Ricky Stanicky – L’amico immaginario: il commento.

Dopo una pausa dal genere comedy che lo hanno reso famoso assieme al fratello “Bobby” che lo hanno portato all’Oscar con Green Book nel 2018, il regista Peter Farrelly porta sul catalogo di Prime Video un film che celebra la comicità anni novanta, le storie bizzarre con lieto fine e quel “politically scorrect” che tanto piace al pubblico di ogni età.

Lo stile registico di Peter Farrelly è innegabilmente unico, ed in effetti Ricky Stanicky rappresenta in tutto e per tutto ciò che i fan si aspettano da un suo film. La narrazione è leggera, ricca di sotto-trame ma mai impegnative, con personaggi solo all’apparenza bidimensionali. A dispetto di una durata forse troppo caratterizzata da dilungazioni superflue, il lavoro di Farrelly è di buona fattura, con una comicità intelligente – anche se in qualche occasione volgare – che riesce a cavalcare anche tematiche importanti.

Il ritmo della sceneggiatura è abbastanza piacevole, ed offre al pubblico il giusto tempo per immergersi all’interno di una narrazione ricca di gag spassose e riferimenti alla cultura pop del momento. Si poteva fare di meglio? Probabilmente si, ma poco importa se il risulta finale è divertente e mai noioso.

Il cast di Ricky Stanicky offre una prova nel complesso positiva, anche se Zac Efron sembra sempre meno a suo agio in veste eccessivamente comiche (aria di evoluzione per il divo di The Claw?). Ad onor del vero, però, la vera sorpresa del cast è rappresentata da John Cena, bravo a confermare le sue qualità da intrattenitore, al di là del genere cinematografico.

Ricky Stanicky – L’amico immaginario sarà uno di quei film da vedere e rivedere anche negli anni a venire? Beh, a nostro avviso no, ma ciononostante resta un prodotto capace di svolgere il suo compitino in maniera perfetta, senza mai tradire le premesse rappresentate dallo stile del suo regista. Da vedere!

Ricky Stanicky - L'amico immaginario
ricky stanicky film recensione

Regista: Peter Farrelly

Data di creazione: 2024-03-10 17:13


Scopri di più da Universal Movies

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.