Non così vicino, recensione del film con Tom Hanks

Non così vicino: la recensione del film con Tom Hanks, ora al cinema

Negli ultimi anni si è assistito ad un proliferare di lungometraggi tratti da libri, Non così vicino con Tom Hanks e diretto da Marc Forster è solo l’ultimo di una lunga serie. Questa la recensione.

Non Così Vicino (questo il trailer del film) é stato scritto dal candidato all’Oscar® David Magee e diretto da Marc Forster. Nel cast, con Tom Hanks, sono presenti anche Mariana Treviño, Rachel Keller e Manuel Garcia-Rulfo.

LA TRAMA

Otto, interpretato da Hanks, è un vedovo burbero e brontolone. Vive solo, non ha figli o parenti vicini, e riempie la sua vita facendo ronde mattutine nella strada privata in cui vive, comportandosi come il vicino di casa che nessuno vorrebbe avere.

Quotidianamente si assicura che tutti rispettino le regole posizionando i talloncini per il parcheggio sul cruscotto, controlla che la differenziata sia stata fatta nella maniera giusta; contesta e puntualizza i comportamenti di chiunque, e allontana con le sue maniere scostanti persino vecchi amici.

non così vicino, film recensione
Otto (Tom Hanks) e Marisol (Mariana Treviño)

Cosa lo ha reso tanto arrabbiato e rancoroso? E cosa si nasconde sotto la sua scorza di insofferenza e puntigliosità? È proprio questo che lo spettatore imparerà a fare: conoscere l’origine di un malessere radicato, scoprendo quanto di buono Otto ha da offrire. E come qualsiasi percorso di crescita che si rispetti, la svolta avverrà con la comparsa di personaggi positivi: un’eccentrica famiglia sua dirimpettaia gli ricorderà, infatti, che nonostante il dolore vale la pena vivere, anche per rendere omaggio a chi si è amato più di ogni altra cosa al mondo. Otto riuscirà a fare un grande lavoro su sé stesso, attenuando i tratti peggiori del suo carattere, e tra flashback e confessioni a cuore aperto con la vicina Marisol, lascerà capire cosa ha spento l’entusiasmo per la vita.

L’interpretazione di Tom Hanks è magistrale ed è senza dubbio la carta vincente di una storia altrimenti fin troppo melensa. Il suo personaggio è ricco di sfaccettature e la sua forza sta proprio nel doverlo decodificare. Ogni avvenimento narrato nel film aggiunge un pezzettino al puzzle del suo carattere, portando lo spettatore a empatizzare col protagonista e il suo dolore. Guardando Non così vicino, inoltre, sarà possibile ritrovare se stesso nel riflesso del suo amore per la moglie Sonya e nella promessa di una vita felice insieme; nel suo riempire le giornate con azioni meccaniche e ripetute, con il sol scopo di dare ordine alla vita.

non così vicino, film commento

Se c’è un insegnamento che è possibile cogliere da Non così vicino, e che colei che scrive per prima conserverà nel tempo, è che spesso le contingenze sono tali da distruggere la campana di vetro che ci si è costruiti per vivere sereni, e che crogiolarsi nel malcontento non è mai la soluzione. Bisogna fare pace con il proprio passato e lasciarlo andare per vivere felici. Come, alla fine, fa Otto.


Trasposizione del romanzo L’uomo che metteva ordine al mondo di Fredrik Backman, pubblicato nel 2004 da Mondadori, e remake di Mr. Ove – Lui vi detesta. Voi lo amerete (2015), scritto e diretto da Hannes Holm, Non così vicino si colloca nella categoria dei film scaldacuore per famiglie, e nel suo essere consolatorio e rassicurante conquista lo spettatore con la sua semplicità.

Non così vicino é al cinema, é prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia.

Non così vicino
non cosi vicino sony scaled

Regista: Marc Forster

Data di creazione: 2023-02-17 01:12

Valutazione dell'editor
3

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.