the wicked gift
Indie Movie Stars Recensioni

Indie Movie Stars – Le recensioni di The Wicked Gift e Fino all’Inferno


Abbiamo visto “The Wicked Gift” e “Fino all’Inferno”, due indie movies diretti ed interpretati da Roberto D’Antona, sotto la produzione di L/D Production Company.

Prima di entrare nel merito delle pellicole è opportuno fare una piccola premessa.

Roberto D’Antona è un regista e attore pugliese attivo da molti anni nel cinema indipendente. Nel corso della sua carriera ha diretto e preso parte in veste di attore a diverse opere (web-serie, cortometraggi, serie TV e film) di genere fino ad approdare, con le due pellicole in questione, nelle sale cinematografiche. Il merito principale di Roberto e dei suoi collaboratori, tra cui non possiamo non citare Annamaria Lorusso, co-fondatrice della L/D Production Company, è quello di aver dato nuova linfa al cinema italiano riportando nelle sale cinematografiche film di genere stravaganti e originali come non se ne vedevano da tempo.

Fatta questa piccola premessa è giunto il momento di parlare delle due pellicole in questione.


THE WICKED GIFT

Uscito nelle sale italiane il 5 aprile 2018 e distribuito in Home Video a partire dal 30 Agosto dello stesso anno, “The Wicked Gift” è un ghost movie teso e claustrofobico che ha per protagonista Ethan, un giovane affetto da disturbi del sonno e terribili incubi.

Proprio a causa della nefandezza di questi ultimi deciderà di affrontare, grazie all’aiuto di un amico e di una medium, i “suoi fantasmi”. Il film, che si caratterizza per una truculenza che indubbiamente soddisferà gli amanti del genere splatter, nonostante alcuni limiti sotto il profilo della scrittura, risulta godibile e ritmato grazie ad un montaggio serrato, ad una regia attenta e ad un gruppo di interpreti assolutamente in parte. Se fosse guardato da un occhio distratto si farebbe fatica a credere che si tratti di un prodotto non nordamericano e nel caso specifico la cosa risulta essere assolutamente positiva.


FINO ALL’INFERNO

Uscito nelle sale il 2 Agosto 2018 e distribuito in DVD e Blu Ray a partire dal 23 Ottobre, “Fino all’Inferno” rappresenta una sfida ancor più grande rispetto al precedente per il cinema indipendente italiano, sfida che possiamo dire sia stata superata alla grande dalla squadra della L/D Production Company. “Road to Hell” – questo il titolo scelto per il mercato internazionale – racconta la storia di un gruppo di sgangherati delinquenti che, a seguito di un contrattempo avvenuto in un locale, si ritrovano loro malgrado invischiati in una situazione più grande di loro.

A prescindere dalla trama, l’elemento chiave di questo film è nella cifra stilistica attraverso cui i fatti vengono raccontati. La pellicola si presenta, infatti, come un omaggio al cinema e alla cultura degli anni ’80 e questo si evince non solo dagli ottimi titoli di testa e dal ritmo forsennato ma anche dall’eccellente colonna sonora di Aurora Rochez che permea il film entrando diegeticamente nella narrazione, quasi come fosse un personaggio. La recitazione sopra le righe dei tre protagonisti (Roberto D’Antona, Francesco Emulo e Alessandro Carnevale Pellino) risulta assolutamente in linea con l’obiettivo della pellicola e le quasi due ore scivolano via velocemente tra momenti comici e altri action, tra immagini orrorifiche ed altre da situation comedy.

Fino all’Inferno” è un oggetto difficilmente collocabile nel quadro del cinema nostrano contemporaneo ma quello che è certo è che il suo punto di forza è proprio nell’essere in bilico tra generi apparentemente opposti tra loro. Ai più accaniti cinefili non sfuggiranno le diverse citazioni nei confronti dei maestri del cinema di genere degli anni ’80.


In conclusione non ci resta che gioire della strada intrapresa dalla L/D Production Company e ci auguriamo che le future produzioni possano, non solo essere ancora migliori sotto il profilo qualitativo, ma anche fungere da esempio e indicare una possibile “nuova via” percorribile dal cinema italiano.


Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.