tutti vogliono qualcosa foto
Al Cinema I Consigli di Vantini

I consigli di Vantini – Weekend variegato tra Tutti vogliono qualcosa, Gli invisibili e Conspiracy

Quello che verrà sarà un weekend all’insegna della varietà di titoli, come spesso accade da diverso tempo a questa parte in grado di attirare al cinema una vasta fetta di pubblico. Film come Tutti vogliono qualcosa, Gli invisibili, Conspiracy – La cospirazione, Ma Ma – Tutto andrà bene e Laurence Anyways sono film in grado di abbracciare, più o meno, tutti i generi cinematografici e, per estensione, qualsiasi spettatore.

Cominciamo il nostro escursus con Tutti vogliono qualcosa (Everybody Wants Some!!), diretto da Richard Linklater e sequel “spirituale” di La vita è un sogno (titolo originale: Dazed and Confused, film dello stesso regista datato 1993). Tutti vogliono qualcosa è ambientato nel 1980 in un college e vede un gruppo di matricole che, tra feste e conquiste femminili, comincia a fare i conti con la vita adulta che li aspetta. Da molti considerato una versione più romantica e umanistica di Animal House, il film di Linklater riporta lo spettatore indietro nel tempo facendogli affiorare ricordi giovanili e facendolo identificare con i protagonisti; una commedia, ma non solo.


Un dramma sociale è invece Gli invisibili (Time out of mind) il film di Oren Moverman che vede l’attore Richard Gere calarsi anima e corpo nei panni di un clochard che nella vita ha perso tutto, ma grazie all’amicizia con uno degli ospiti del centro per senzatetto dove alloggia riesce a ritrovare la forza e il coraggio per tentare un riappacificamento con la figlia che non vede da molti anni. Il regista Moverman ha dimostrato di saper affrontare drammi con polso e lucidità (The Messenger – Oltre le regole, Rampart); resta da vedere se con questo film sia riuscito a mantenere salda la sua reputazione.

Anthony Hopkins e Al Pacino per la prima volta insieme in Conspiracy – La cospirazione (Misconduct), thriller di Shintaro Shimosawa che vede i due grandi attori rispettivamente nei panni di corrotto manager farmaceutico e di uno dei soci del suo studio legale, protagonisti di un intrigo di potere; al centro, il giovane Ben Cahill (Josh Duhamel), avvocato che deve scoprire la verità. Non è la prima volta che vengono messi insieme due grandi nomi del cinema: finora, gli esempi sono stati piuttosto mediocri (eccezion fatta per Heat – La sfida con la coppia Pacino/De Niro). E Shimosawa non è certo Michael Mann.

Altri due drammi in vista. Il primo è Ma Ma – Tutto andrà bene (Ma Ma), il film di Julio Medem con Penelope Cruz che noi abbiamo recensito in anteprima (questo il link). L’attrice spagnola interpreta il ruolo di Magda, un’insegnante a cui viene diagnosticato ben due volte un cancro al seno: la prima volta risulta curabile, mentre la seconda non lascia scampo. Magda reagisce al responso con tutta la leggerezza possibile facendo affidamento sui famigliari che le stanno vicino.

L’altro dramma è Laurence Anyways, film dell’enfant prodige Xavier Dolan datato 2012 e che solo ora trova una distribuzione da noi. La storia è quella di Laurence che il giorno del suo trentesimo compleanno rivela di voler diventare donna. La sua ragazza decide di restargli accanto e quando Laurence torna a lavorare come professore di letteratura, decide di farlo travestito da donna; le norme della società e il rifiuto della famiglia saranno per lui degli ostacoli difficilmente superabili. Ormai Dolan ci ha abituato al suo cinema umanista, dalla parte di chi deve fronteggiare le avversità della vita; un cinema ricco di pathos ma non sentimentalista e questo film ne è un’ulteriore conferma.

Torniamo da dove abbiamo cominciato, la commedia. E’ il turno di The Boss che vede il ritorno della funambolica Melissa McCarthy nei panni di un’imprenditrice che finisce dietro le sbarre. Una volta uscita, viene obbligata a trasferirsi a casa di una sua ex dipendente che era solita tormentare. Qui, trascorre diverso tempo con la figlia di quest’ultima decidendo anche di creare un’impresa nell’ambito della produzione di cioccolatini. Commedia e buoni sentimenti: negli USA è stato un successo…

Ricordiamo che ieri è uscito anche Angry Birds – Il film, di cui potete leggere l’articolo di riferimento qui; per leggere la nostra recensione in anteprima potete andare qui.

Lascia un Commento...