Netflix Prime Video evoluzione
News

L’evoluzione cinematografica con l’esplosione del fenomeno streaming


Sono ormai anni che assistiamo a una progressiva e costante crescita del fenomeno dello streaming. Se 10 anni fa lo streaming pareva destinato a essere un servizio dedicato a pochissimi appassionati del mondo digitale, oggi le riproduzioni in streaming sono diventate un vero e proprio fenomeno di massa e andremo a vedere quali sono i settori che hanno saputo cavalcare meglio l’onda delle riproduzioni via internet.

Il successo delle piattaforme digitali

Quando qualche anno fa sbarcò sul mercato statunitense, Netflix fu guardata con un po’ di sospetto. In un mondo come quello televisivo dominato dal satellitare e dal digitale che sembravano essere i migliori mezzi di diffusione video possibile, secondo molti addetti ai lavori una società che decideva di puntare solo ed esclusivamente sulle riproduzioni online non avrebbe potuto andare molto lontano. Oggi, invece, possiamo affermare con ragionevole certezza che Netflix ha cambiato il mondo dell’intrattenimento in modo radicale e difficilmente nel futuro si tornerà indietro. Nella scia del successo ottenuto da Netflix, anche altre società come Amazon Prime Video e Now TV hanno deciso di mettere in piedi la propria piattaforma di streaming contribuendo a migliorare ulteriormente un servizio che di anno in anno alza sempre di più l’asticella. Lo streaming è diventato ormai il principale mezzo di riproduzione audiovisiva, superando spesso e volentieri gli ascolti fatti registrare dalle televisioni satellitari e via cavo e riuscendo negli ultimi anni ad allargarsi anche ad altri settori dell’intrattenimento. E così negli ultimi due anni è letteralmente esploso il fenomeno del game streaming, con la statunitense Twitch che solo nel 2020 ha fatto registrare un aumento di utenti nell’ordine del’80% che di mese in mese continuano ad aumentare senza soluzione di continuità. Allo stesso modo anche il mondo del gioco d’azzardo continua a cavalcare l’onda delle riproduzioni online e sono sempre di più i casinò che hanno attivato sul proprio sito una sezione dedicata appositamente al live a cui gli utenti possono accedere per giocare ai classici giochi da casinò come poker, blackjack e roulette con la presenza virtuale di un croupier professionista che gestisce la sessione di gioco.

Lo streaming si allarga all’universo sportivo

Quello cinematografico e delle serie televisive non è l’unico mondo che è stato travolto dall’arrivo sul mercato globale dello streaming. L’universo sportivo non è stato risparmiato da questa rivoluzione e il 2021 potrebbe essere ricordato come l’anno in cui lo streaming ha definitivamente soppiantato il satellitare nella diffusione delle manifestazioni sportive. Sono diversi anni che società come Dazn sono attive nel nostro Paese nella riproduzione del calcio e degli altri sport sul proprio portale online, ma è notizia dei mesi scorsi che per il prossimo triennio la società britannica trasmetterà in esclusiva la Serie A di calcio. Dopo più di 15 anni di quasi monopolio, Sky non sarà più la casa del calcio italiano e l’azienda di Comcast è stata inevitabilmente costretta a rivedere il proprio progetto economico e finanziario. Dazn per i prossimi tre anni trasmetterà in esclusiva tutte le partite della massima serie e c’è enorme interesse nello scoprire se i server della società inglese riusciranno a gestire un flusso in simultanea di diversi milioni di telespettatori. Chi, invece, ha già dimostrato di aver a propria disposizione tutti i mezzi per sconvolgere nuovamente il mercato è Amazon Prime Video che ha fatto recentemente il proprio esordio con la finale di Supercoppa Europea tra Chelsea e Villareal e il servizio offerto dalla società di proprietà di Jeff Bezos è stato impeccabile, sia dal punto di vista della fluidità che della qualità del segnale. Tutta la gara, il pre e il post partita sono state trasmesse in 4K HDR aprendo di fatto una nuova frontiera dello streaming che soli pochi anni fa sembrava irraggiungibile. E invece, come affermava un noto spot televisivo degli anni passati “il futuro è già qui” e si è palesato sotto i nostri occhi senza che ce ne rendessimo conto.

Viviamo in un’epoca frenetica in cui i cambiamenti sono all’ordine del giorno. Quello delle riproduzioni in streaming, grazie a società del calibro di Netflix e Prime Video, si conferma però uno dei mercati più in salute di questo particolare periodo storico e la sensazione è che la tendenza degli ultimi anni verrà confermata anche nel prossimo futuro quando, con ogni probabilità, avremo a che fare con invenzioni tecnologiche che oggi non riusciamo neanche a immaginare.


Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.