Cineworld e UNIC insieme a AMC Theatres contro la Universal

L’annuncio da parte della catena AMC Theatres di non proiettare più film della Universal Pictures a meno che lo studio non ritratti le sue dichiarazioni sulle finestre distributive è stato accolto anche da Cineworld e dalla UNIC.

La UNIC (International Union of Cinemas), infatti, ha criticato la Universal la quale ha deciso che in futuro distribuirà i propri film sia al cinema che in PVOD (Premium Video On Demand), trasgredendo così a quanto concordato circa le finestre distributive.

Nel criticare la scelta dello studio, la UNIC ha tirato in ballo il successo ottenuto da Trolls World Tour, rilasciato in streaming ma inizialmente previsto – e promosso a livello pubblicitario – per il grande schermo:

L’ottima performance di Trolls World Tour andrebbe vista e valutata solo nel contesto delle circostanze eccezionali che circondano il lancio del film, e i tempi senza precedenti che stiamo vivendo. Quando un terzo della popolazione globale si trova in qualche forma di lockdown dovuto al Coronavirus e solo il 4% dei cinema di tutto il mondo sono aperti, non sorprende che molti si siano rivolti al VOD e a servizi simili. […] Alterare pratiche fondamentali per dei guadagni a breve termine andrebbe evitato, e bisognerebbe concentrarsi sull’impegno nel creare le migliori condizioni perché l’intero settore si risollevi il prima possibile.

Anche Cineworld si è accodata ad AMC Theatres e UNIC nel boicottare in futuro i film della Universal Pictures se questi dovessero essere distribuiti sia al cinema che in streaming, criticando in particolare modo la decisione dello studio di violare l’accordo in un periodo alquanto nero per le catene cinematografiche.

Lascia un Commento...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: