Come da previsione il Box Office Usa del weekend appena terminato è stato vinto, ancora una volta, da Thor: Ragnarok, ma le sorprese arrivano dalle new entries, partite a rilento, ma protagoniste di un’ottima rimonta.

Il cinecomic Thor: Ragnarok continua la propria corsa travolgente in testa al botteghino nordamericano, nel weekend infatti attutisce il colpo rispetto alle due forti new entries e vince uno score di tutto rispetto il suo secondo fine settimana di programmazione. Nei tre giorni appena passati l’incasso è stato di 56,6 milioni di dollari, score che si traduce nel superamento della soglia dei 200 milioni (211,58 milioni di dollari). In un colpo solo sono stati superati i complessivi dei primi due capitoli della saga (Thor – 181,3 milioni e Thor: The Dark World – 206,36), ora il film si attesta alle spalle di Doctor Strange, fermo a quota 232,64. Nel Box Office Worldwide il film ha superato ampiamente la soglia dei 600 milioni di dollari, portandosi a quota 650,89 milioni.

Al secondo posto si posiziona la commedia corale Daddy’s Home 2 con un incasso da 30 milioni. Come detto il risultato finale non ha giovato di una partenza sprint, con soli 1,5 milioni nelle anteprime, ma col passare dei giorni il buon passaparola pare aver fatto il suo “sporco” lavoro. Il film comunque apre con un calo di circa 9 milioni rispetto al primo capitolo uscito solo 2 anni fa. Chi si è comportato in maniera analoga nel corso del weekend è stato Assassinio sull’Orient Express, l’incasso è stato di 28,2 milioni. Considerando il super cast si poteva sperare in un risultato più soddisfacente, ma con la forte concorrenza in sala ed il budget relativamente basso (55 milioni), in casa Fox si può sfoggiare un leggero sorriso.

Nel resto del Box Office Usa registriamo il quarto posto di Bad Moms 2 – Mamme molto più Cattive con 11,51 milioni, ed un totale di 39,87 milioni. Quinto posto inoltre per Saw: Legacy, l’incasso in questo caso è stato di 3,42 milioni, ed un totale che sale a quota 34,35 milioni, ancora distante dai complessivi di quasi tutti gli altri capitoli.