La quiete prima della tempesta!

Dando un'occhiata ai dati di incasso del Box Office Usa nel weekend pre-Rogue One non può che venire in mente la frase con cui abbiamo aperto questo articolo, la terza vittoria di Oceania però è anche figlia di una mancanza di release di grande interesse, dato strano in un mese così florido come dicembre.

Il terzo weekend di fila in testa al Box Office Usa per Oceania frutta nelle casse della Disney altri 18,84 milioni di dollari per un totale che sale magicamente a quota 145 milioni netti, al sesto posto complessivo della speciale classifica degli incassi più alti della storia del Box Office Usa per i cartoon Disney.

Esordisce al secondo posto la più alta new entries del weekend, si tratta infatti di La Festa prima delle Feste, la commedia con un mega cast capitanato da Jennifer Aniston e Jason Bateman incassa 17,5 milioni. Si tratta di un incasso sotto le aspettative che di certo racconta di un popolo americano oramai sempre più stanco di queste super commedie iper corali senza una trama che puntano tutto sui soliti noti..... vi ricorda magari il nostro rifiuto per i Cinepanettoni ????

Il podio va a Animali Fantastici e Dove Trovarli, l'incasso in questo caso è stato di 10,78 milioni per un totale che vola a quota 199,31 milioni, ad un passo dal traguardo dei 200 milioni, raggiungibile ovviamente già con gli incassi di domani. Siamo ancora oltre 50 milioni lontani dal più basso degli incassi nordamericani dei film della saga Harry Potter.

Nel resto della classifica registriamo l'approdo alla quota dei 222 milioni complessivi negli Usa di Doctor Strange, nel mirino ora il totale di Captain America: The Winter Soldier, fermo a 259,76 milioni.

Si chiude con la straordinaria media per sala raggiunta da La La Land (171 mila dollari), si tratta infatti della più alta media per sala del 2016 e la seconda nella storia del Box Office Usa dopo Grand Budapest Hotel (202 mila dollari). L'incasso è stato di 855 mila dollari in sole 5 sale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.