Abbiamo visto Stanlio & Ollio, è il biopic o se preferite il feature film basato sulle figure di Stan Laurel ed Oliver Hardy e del loro percorso di vita in età matura. Questa la nostra recensione.

Steve Coogan e John C. Reilly sono i protagonisti di questa pellicola commovente e deliziosa commedia, diretta con bravura da Jon S. Baird e prodotta dalla BBC.

Siamo nel 1953 ed i fasti a cui erano abituati i due comici più amati del mondo sono ormai lontani nel tempo. Decidono di rimettersi in gioco partecipando ad una tournée che li porterà nel Regno Unito. Stanchi ed invecchiati, ma ancora con la voglia di divertirsi e di far divertire sapranno riconquistare il pubblico che gli ha acclamati quasi venti anni fa, oppure ci troveremo di fronte ad un vano tentativo di rilancio di due attori e personaggi giunti al loro canto del cigno?

Recensione

Delicato e commovente, Stanlio & Ollio è una pellicola che riporta ad un tempo in cui si rideva con semplici sketch basati sul gioco di ruoli fra spalla e comico. Steve Coogan (Stanlio) e John C. Reilly (Ollio – Babe) si sono calati perfettamente nei rispettivi ruoli, omaggiando gli artisti che rappresentano con grazia e bravura, con un ottimo utilizzo sia dei tempi comici, sia di spessore e profondità nei momenti più drammatici.

Baird è riuscito a dare al film un taglio asciutto ma ben organizzato, e quello che ne viene è uno spaccato particolarmente convincente della vita di due personaggi famosi. Il film analizza, con garbo, anche gli aspetti più negativi e nascosti al grande pubblico.

Come già detto, i due protagonisti hanno offerto una prova matura e di spessore. Si vede, da parte di entrambi un maniacale studio del materiale relativo ai due comici ed alle loro performance. Le gag che li hanno resi famosi sono state ricreate dai due attori in modo perfetto, ma non puramente celebrativo. In ogni riproposizione delle classiche scenette non assistiamo alla pura rappresentazione delle stesse, ma ad una reinterpretazione delle stesse con il massimo dell’attenzione ai dettagli ed alla gestualità che ha reso famosi Laurel e Hardy.

Coogan, in particolar modo ha colpito la nostra attenzione. Abbiamo imparato a conoscere l’attore per ruoli comici quali quelli di Phileas Fogg (Il giro del mondo in 80 giorni) e Ottavio (nella trilogia di Una Notte al Museo), ma in Stanlio & Ollio colpisce la sua presenza scenica, la mimica e dalla capacità di passare da Laurel al suo personaggio in presa diretta.

Tra gli attori Nina Arianda (nel ruolo della moglie di Laurel, Ida), Shirley Anderson (Lucille Hardy) nota al grande pubblico per aver interpretato Mirtilla Malcontenta in Harry Potter, ed ancora Danny Huston (Hal Roach) e Rufus Jones (Bernard Delfont)

Stanlio & Ollio, in definitiva, è un film da gustare fino in fondo, ricco di comicità ed amarezza. Bello il balletto dei personaggi originali nei titoli di coda, che fa capire la meticolosa ricostruzione da parte dei protagonisti per ricrearlo ad inizio pellicola.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.