Il programma dell'edizione 2020 di SEEYOUSOUND Torino International Music Film Festival

Seeyousound film festival programma

Nei giorni scorsi è andata in scena la conferenza stampa relativa di SEEYOUSOUND Torino International Music Film Festival, giovane kermesse giunta oramai alla sua sesta edizione.

Tra concorsi, eventi esclusivi, ed ospiti internazionali (tra cui anche Julien Temple), la nuova edizione di SEEYOUSOUND si preannuncia davvero da non perdere assolutamente.

La kermesse si terrà a Torino dal 21 febbraio al 1° marzo 2020. Qui di seguito i passaggi principali del programma.

SEEYOUSOUND Torino International Music Film Festival 2020

SEEYOUSOUNDfestival internazionale di cinema a tematica musicale, la cui VI edizione si svolgerà a Torino dal 21 febbraio all’1 marzo 2020 al Cinema Massimo MNC.

Il ricco programma celebrerà due passioni in un unico evento - cinema e musica - proponendo 64 appuntamenti con 99 film e videoclip tra concorsi, rassegne e proiezioni speciali, di cui 24 anteprime italiane, 3 assolute, 1 internazionale e 1 produzione originale, accompagnati da oltre 80 ospiti, live ed eventi collaterali in 5 location.

Ospite d'onore sarà il regista inglese JULIEN TEMPLE, presente venerdì 21 febbraio alle 21 alla proiezione in anteprima italiana del suo ultimo film IBIZA - THE SILENT MOVIE, in cui music director dell’intera colonna sonora è FATBOY SLIM. Temple sarà protagonista anche sabato 22 febbraio, per la proiezione di tre suoi titoli accomunati dalla relazione tra luoghi e musica: in anteprima italiana, Habaneros, racconta L’Havana lungo i cambiamenti politici, culturali e la vibrante scena musicale che la anima; Oil City Confidential sui Dr. Feelgood, band inglese anni ‘70 dal rock minimale, proveniente da Canvey Island, dominata dall'industria petrolchimica; Rio 50 Degrees è la storia di Rio de Janeiro e i suoi musicisti e la riscoperta della libertà, in anteprima italiana a Seeyousound.

Seeyousound ha 4 storiche sezioni competitiveche propongono in calendario 44 titoli tra lunghi di finzione e documentari per LONG PLAY FEATURE e LONG PLAY DOC, i corti di 7INCH e i videoclip di SOUNDIES.

In LONG PLAY FEATURE, Days of the Bagnold Summerdi Simon Bird - che sarà ospite a SYS - commedia indie dal ricco curriculum festivaliero il cui protagonista è interpretato da Earl Cave (figlio di Nick). Dallo scorso festival di Cannes, To Live to Sing di Johnny Ma, su un gruppo di attori di operetta tradizionale cinese che lottano contro la modernità; il visionario Birdsong del regista belga Hendrik Willemyns, mostra il lato oscuro dello showbusiness.

LONG PLAY DOC attraversa gli ultimi 60 anni, rintracciando miti e topos dal rock alla trap. Dal Sundance, David Crosby: Remember My Name di A.J. Eaton - ospite al festival - con il produttore/intervistatore Cameron Crowe. Il regista Marco Porsia presenterà Where Does a Body End? sugli SWANS; Everybody’s Everything prodotto da Terrence Malick e diretto da Sebastian Jones e Ramez Silyan, mostra la rapida e inesorabile parabola del rapper Lil Peep.

7INCH presenta 12 corti in concorso e un titolo extra: la claustrofobica pièce dell'assurdo Nimic di Yorgos Lanthimos. Mentre SOUNDIES, proporrà 20 videoclip e lo spazio fuori concorso The Real World? con 3 focus su come la scena hip hop e bass inglese abbia documentato negli anni i problemi e le fratture del suo tessuto sociale, un altro su filmaker e artiste donne che attraverso il videoclip rivendicano il diritto di egualità ed emancipazione femminile e infine uno spazio con alcuni grandi videoclip di animazione prodotti nell'ultimo anno.

Le rassegne fuori concorso TRANSGLOBAL EXPRESS INTO THE GROOVE arricchiscono la 10 giorni di festival con proiezioni speciali e ospiti come il regista Gio Arlotta che presenta per la prima volta in Italia il suo We Intend To Cause Havoc, tributo agli WITCH, rock band anni ’70 dello Zambia; il compositore e musicista CHRISTOPHE CHASSOL che sonorizzerà Ludi, film da lui scritto e composto; i MARLENE KUNTZ con la sonorizzazione del muto anni ’30 Menschen am Sonntagrealizzato da un collettivo di futuri grandi del cinema (la regia è di Robert Siodmak e Edgar G. Ulmer, mentre la sceneggiatura porta la firma di Billie Wilder); MASSIMO ZAMBONI dei CCCP e CSI, regalerà al pubblico alcuni brani live per la proiezione de La macchia mongolicaPATRIZIO FARISELLI degli Area sarà protagonista della serata Gioia e rivoluzione che celebrerà Demetrio Stratos, durante la quale suonerà alcuni pezzi.

Lascia un Commento...