Il Traditore Recensione
Festival

Nastri d’Argento 2019 – Sette premi a Il Traditore di Marco Bellocchio


Nella giornata di ieri sono stati assegnati nella splendida cornice di Taormina i Nastri d’Argento 2019 che, nella loro 73ma edizione, hanno visto trionfare Il Traditore di Marco Bellocchio.

Il film che vede Pierfrancesco Favino vestire i panni del boss pentito di Cosa Nostra Tommaso Buscetta si è aggiudicato i seguenti premi: miglior film, miglior regista, miglior sceneggiatura, miglior attore protagonista, miglior attore non protagonista (ex aequo per Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane) e miglior montaggio.

Tra gli altri vincitori dei Nastri d’Argento 2019 segnaliamo Stefano Fresi che si è aggiudicato il premio come miglior attore in una commedia per ben tre film: C’è tempo, L’uomo che comprò la Luna e Ma cosa ci dice il cervello. L’attore è stato insignito inoltre del premio Nino Manfredi.


Ecco l’elenco con tutti i vincitori dei Nastri d’Argento 2019:

Miglior film
Il traditore, regia di Marco Bellocchio

Miglior regista
Marco Bellocchio – Il traditore

Migliore regista esordiente
Leonardo D’Agostini – Il campione (ex aequo)
Valerio Mastandrea – Ride (ex aequo)

Miglior film commedia
Bangla, regia di Phaim Bhuiyan

Miglior produttore
Groenlandia in collaborazione con Rai Cinema e 3 Marys Entertainment – Il primo re, Il campione

Miglior soggetto
Paola Randi – Tito e gli alieni

Migliore sceneggiatura
Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo, in collaborazione con Francesco La Licata – Il traditore

Migliore attore protagonista
Pierfrancesco Favino – Il traditore

Migliore attrice protagonista
Anna Foglietta – Un giorno all’improvviso

Migliore attore non protagonista
Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane – Il traditore

Migliore attrice non protagonista
Marina Confalone – Il vizio della speranza

Migliore attore in un film commedia
Stefano Fresi – C’è tempo, L’uomo che comprò la Luna, Ma cosa ci dice il cervello

Migliore attrice in un film commedia
Paola Cortellesi – Ma cosa ci dice il cervello

Migliore fotografia
Daniele Ciprì – Il primo re, La paranza dei bambini

Migliore scenografia
Carmine Guarino – Il vizio della speranza

Migliori costumi
Giulia Piersanti – Suspiria

Migliore montaggio
Francesca Calvelli – Il traditore

Migliore sonoro in presa diretta
Angelo Bonanni – Il primo re

Migliore colonna sonora
Nicola Piovani – Il traditore

Migliore canzone originale
A’ speranza – Il vizio della speranza, scritta e interpretata da Enzo Avitabile

Premio Nino Manfredi
Stefano Fresi

Nastro speciale
Adriano Panatta per il suo cameo in La profezia dell’armadillo
Noemi per l’interpretazione della canzone Domani è un altro giorno in Domani è un altro giorno
Serena Rossi per Io sono Mia


Lascia un Commento...