Oggi commenteremo e valuteremo l'intera quarta stagione della serie tv Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D., prodotta dalla ABC.

Questa stagione è stata particolare per numerosi motivi, primo fra tutti la suddivisione in tre piccole mini stagioni, intitolate rispettivamente Ghost rider (di 8 puntate), LMD (di 7 puntate) e Agents of H.Y.D.R.A. (di 5 puntate) con due puntate di epilogo.

L'idea è stata vincente perchè permette di rendere la visione meno complessa e più compatta, soprattutto la terza parte, che rende omaggio alla serie a fumetti Marvel What if...? in cui si immaginano scenari ipotetici. Senza spoilerare molto in questa stagione sono stati moltissimi i momenti importanti: dalla nascita del supereroe Ghost Rider, al legame crescente tra Coulson e May, da l'ascesa e caduta del direttore Mace alla riabilitazione di Skye.

Il segmento meglio riuscito è stato sicuramente il terzo, ambientato in un futuro distopico comandato dall'HYDRA e con l'apparizione di personaggi precedentemente morti, mentre il più debole è stato decisamente il primo riguardante l'apparizione di Ghost Rider e la storyline del Darkhold.

Il telefilm spinge tantissimo sull'azione che raggiunge livelli inimmaginabili, fantastici gli effetti speciali e ottima l'intersecazione emotiva tra i diversi personaggi. Punta di diamante di questa annata è stata l'attrice Mallory Jansen che ha interpretato due personaggi ma declinati in diverse versioni, da Aida a l'Aida umana, da Madame Hydra a Agnes, caratterizzando magnificamente ognuna. La Jansen è relativamente fresca nel mondo della serialità televisiva, avendo partecipato soprattutto nella serie tv Galavant, ma ne sentiremo ancora parlare per la sua grande bravura.

Agents of S.H.I.E.L.D. migliora di stagione in stagione e aspettiamo con ansia di vedere la quinta stagione che dovrebbe avere una connessione diretta con l'altra serie Tv Marvel The Inhumans, in uscita a settembre. Unico neo è la quasi completa disconnessione col Marvel Cinematic Universe e che, invece, avrebbe giovato tanto al telefilm.

Ecco il trailer.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.