In un periodo in cui i potenti di Hollywood sono finiti nell’occhio del ciclone per lo scandalo molestie sessuali, anche l’attore Michael Fassbender rischia di rovinare la propria reputazione a causa di un più che spiacevole passato con l’ex fidanzata Leasi Andrews.

Alcune ore fa il The Daily Beast ha portato alla luce alcune gravi accuse ai danni di Michael Fassbender lanciate dall’ex fidanzata Leasi Andrews. La fonte rivela che la donna, ora 36enne, nel 2010 ha presentato un ordine restrittivo ai danni dell’attore, a causa di una violenta condotta familiare. Con l’ordine restrittivo, la Andrews ha anche richiesto un risarcimento di 24 mila dollari per pagarsi le spese mediche dovute a due incidenti che hanno visto Fassbender spiacevolmente protagonista.

Nel particolare la Andrews ha raccontato che la prima violenza risalirebbe al 2009: in quell’occasione Michael si sarebbe infuriato a causa di un ex-fidanzato della donna; saliti in auto l’attore avrebbe iniziato ad urlare, minacciare, e nello stesso momento a guidare in maniera sconsiderata. Arrivati a casa, Fassbender avrebbe volontariamente pigiato sull’acceleratore scaraventando la Andrews a terra, nel frattempo scesa dall’auto. I danni subiti dalla donna, una volta andata in ospedale, sarebbero stati una caviglia slogata, un ginocchio gonfio ed una cisti ovarica scoppiata.

Il secondo episodio risalirebbe sempre al 2009, ma questa volta durante la presenza dell’attore all’Ischia Global Film & Music Fest; la Andrews qui racconta di aver tentato di svegliare l’attore dopo una notte di musica e alcol, ricevendo di risposta un forte spintone che le avrebbe causato la rottura del naso.

Insomma, se queste accuse dovessero essere confermate, per la reputazione di Michael Fassbender sarebbe davvero un bruttissimo colpo, in special modo in un momento storico così importante per la lotta alla violenza contro le donne nell’universo hollywoodiano.