Con un colpo di scena, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha deciso di ricorrere in appello contro la decisione del giudice della corte distrettuale Richard Leon il quale aveva espresso il parare positivo sull'acquisizione di Time Warner da parte di AT&T.

Il giudice, dopo aver preso la decisione, aveva espressamente chiesto al Dipartimento di Giustizia di non intralciare l'acquisizione, e infatti poche settimane fa Time Warner è diventata parte di AT&T  con la denominazione di WarnerMedia.

Il ricorso in appello è dettato dal fatto che l'acquisizione sfavorirebbe i consumatori dando maggior potere ad AT&T di alzare i prezzi delle reti Turner.

David McAtee, general counsel di AT&T, si è espresso così in seguito alla decisione del Dipartimento di Giustizia:

"Sebbene la parte perdente in un processo abbia sempre il diritto di appellarsi, siamo sorpresi che il Dipartimento di Giustizia abbia deciso di farlo in queste circostanze. Siamo pronti a difendere la decisione della corte anche in appello".

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.