Quest'oggi vi proponiamo alcune importanti novità dal prossimo 62° Taormina Film Fest, tappa cinematografica fondamentale che noi seguiremo da vicino grazie al nostro inviato Renzo Scaturro.

"Avere personalità così importanti ci rende fieri del nostro lavoro", esclama Tiziana Rocca, general manager del festival, "così come la possibilità di poter contare sulle grandi case di distribuzione, che ci consentono di programmare i nuovi film in anteprima. La scommessa più grande che abbiamo vinto, però, è stata quella dedicata al progetto “Gli Invisibili” di Richard Gere, che ci permette di portare all’attenzione del grande pubblico le storie di tutte quelle persone che vivono ai margini della società".

Illuminati dalle luci di una delle terrazze più belle d’Italia saranno gli ospiti, sia big che little, di questa 62° edizione del Taormina Film Fest. La pre-apertura del festival sarà in onore del maestro Ettore Scola, con la proiezione di C’eravamo tanto amati, restaurato dalla Cineteca di Bologna.

Nei giorni successivi al teatro greco di Taormina saranno proiettati in anteprima il sequel del film premio Oscar "Alla ricerca di Nemo": Andrew Stanton ha realizzato "Alla ricerca di Dory". Seguiranno Tutti vogliono qualcosa di Richard Linklater e per ultimo Desierto di Jonàs Cuaron, figlio del regista premio Oscar per "Gravity".

Parecchi film sulla Sicilia e di autori siciliani saranno presentati nella settimana che va dall’11 al 18 Giugno. Spiccano Verso Casa di Fabrizio Sergi, CityZEN di Ruggero Gabbai o Siciliani di Francesco Lama. Tra i film fuori concorso invece troviamo "THE CONJURING – Il caso Enfield" di James Wan; chiuderà il festival "I.T." di John Moore.

120555275-b08bcdae-cbd5-4452-aab4-4085a968623d21 saranno i paesi rappresentati e 100 gli ospiti, tra nazionali e internazionali. Richard Gere, presidente Onorario del Festival, entusiasta per il suo progetto, esordisce così:

Sono molto felice che i miei fratelli e sorelle italiani abbiano accettato di buon grado e con generosità l’iniziativa #HomlessZero”.

Il premio Oscar Susan Sarandon ballerà la mazurca siciliana tra le strade di Taormina con Mr.White Harvey Keitel . Già si sapeva di Oliver Stone, ma si sono aggiunti Jeremy Renner, Rebecca Hall e Thierry Frémaux. E tra nomi dell’industria cinematografica americana, spicca un bottegaio del cinema come Marco Bellocchio, dopo l’ultima fatica Fai bei sogni, orgoglio italiano nel panorama mondiale.

Le TaoClass dell’edizione 2016 sono state affidate, invece, a gente che il cinema lo sta modellando in questi anni. Salvatore Esposito (Gomorra – La Serie), Claudio Santamaria e Gabriele Mainetti, Marco Giallini, Matilde De Angelis (Veloce come il vento) e infine Iain Glen, attore de Il Trono di Spade.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.