Simon Kinberg spiega i motivi dei continui rinvii di Gambit

Gambit

Da giorni il produttore Simon Kinberg rilascia aggiornamenti sul futuro dei cinecomics Marvel relativi alle proprietà di casa 20th Century Fox, ieri a tal proposito ha voluto spiegare i motivi dei continui di Gambit.

Rinviato a data da destinare solo qualche tempo fa, il cinecomic ha già perso due registi in corso d’opera, Rupert Wyatt e Doug Liman, ed ora non sembra godere di tanta fiducia da parte della casa madre, ma cosa si cela realmente dietro i continui rinvii è un mistero che solo Kinberg poteva svelarci:

“Dobbiamo solo arrivare ad avere la giusta sceneggiatura. Non eravamo riusciti ad avere la sceneggiatura soddisfacente che sapevamo che il film meritava, e per questo ci stiamo ancora lavorando. Siamo molto vicini, in realtà, allo script definitivo.

Una cosa che ho imparato con tutti questi film – forse la migliore lezioe che abbia imparato da Deadpool – è che la cosa più importante è ottenere il tono e la voce giusti. La narrazione, le trame, sono sostanzialmente intercambiabili. Sono convinto che se vi chiedo quali sono i vostri film preferiti, non mi direte la trama ma che amate un determinato personaggio. Quello che abbiamo cercato di fare con Gambit è stato conferire la giusta voce al personaggio, e il tono dei fumetti è al 100% nello script.

A un certo punto dovevamo girare il film a inizio 2016, ma poi ci siamo resi conto che lo script non era pronto. Quindi, sapendo che Gambit come Deadpool è l’inizio di un nuovo franchise all’interno dell’Universo X-Men, vogliamo essere sicuri di farlo bene”.

Gambit sarà interpretato da Channing Tatum e Lea Seydoux

Fonte: BT

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.