Come già sapete, la rinata saga stellare creata in origine da Gene Rondemberry ha finalmente un titolo, Star Trek: Discovery, dal nome dell’astronave USS Discovery 1031 la quale prenderà il posto della più famosa USS Enterprise NCC 1701, nulla ancora sappiamo da chi sarà composto il suo equipaggio, ma forse al suo comando, per la prima volta su una nave stellare, potremmo vedere una donna di colore.

Lo showruner Bryan Fuller e il produttore esecutivo  Heather Kadin, anche se ancora non c’è nulla di concreto, in linea con l’originario spirito progressita ed utopico del vecchio Gene, punterebbero su  un capitano donna, come in Voyager in cui Kathryn Janeway veniva impersonata dall’attrice Kate Mulgrew.

Infatti, durante il Comic-Con i due avrebbero dichiarato di voler mirare su un cast estremamente etorogeneo, soprattutto sotto il punto di vista femminile.

Bryan Fuller, in una intervista su MovieFone ipotizza sulla poltrona di comando una donna di colore, ispirandosi a Mae Jemison, la prima astronauta afroamericana nello spazio:

“Penso che Star Trek è uno spettacolo particolare. E nella ricerca dei personaggi di questa nuova avventurra targata Star Trek ho parlato a Mae Jemison, la prima donna di colore nello spazio,  che ha visto Star Trek negli anni ’60 e Nichelle Nichols (Uhura) sul ponte di una nave ed il suo pensiero è stato: ‘mi vedo nello spazio’.

C’è qualcosa di meraviglioso nell’eredità che Nichelle Nichols rappresenta, è come regalare una possibilità a persone che precedentemente non potevano vedere un futuro per loro. Stiamo continuando quella tradizione utopica e progressista che ha caratterizzato da sempre la serie”.

Ricordiamo che Star Trek: Discovery sarà trasmessa, a partire da gennaio 2017, in Italia e in altri 188 paesi su Netflix e in America e Canada sul canale CBS All Access.

L’Astronauta Mae Jemison

mae-jemison-mediumsource