Il 9 e il 10 giugno 2018 si è tenuto, presso la Fiera di Levante di Bari, la settima edizione del BariGeekFest, meglio conosciuto come BGeek, il festival internazionale dedicato a tutto ciò che fa parte della sottocultura nerd.

Ottima l’affluenza degli spettatori, arrivati da ogni parte della Puglia, ma non solo. Tra gli eventi più interessanti di questa nuova edizione la presenza del maestro Masami Suda, character designer di Ken il Guerriero, e quella di Rafael Albuquerque, noto art designer. Tra i numerosi Panel organizzata, particolare attenzione a Chiara Caroli, che ha avuto modo di parlare di Marvel Studios, con un occhio particolare ad Avengers: Infinity War. L’artista ha parlato della correlazione tra fumetti e cinema.

Durante il panel di Michele Serra e Carlotta Susca, autori del libro ADDICTED: Serie TV e Dipendenze, si è fatta luce sulla dipendenza da serie tv (come dice il titolo stesso). Gli ospiti hanno illustrato i fenomeni sociali relativi alle serie tv, come il Bingewatching, ovvero la pratica di guardare tutti gli episodi di una serie continuamente senza fermarsi perdendo il contatto con la realtà.

Ma il Bgeek quest’anno ha dato spazio anche alle stelle del web. Tante le file chilometriche avvistate per gli incontri con gli youtubers LaSabrigamer e Sabaku, così come molte sono state le attività esposte nell’area esterna: tra queste le straordinarie dimostrazioni di lotta con le armi, tiro con l’arco e la panic room.

Un accenno particolare va ai ragazzi di Azione Cosplay Taranto, i quali hanno ricreato lo smistamento del cappello parlante di Harry Potter, facendo in modo che tutti quanti potessero, qualora lo volessero con un contributo minimo, aiutare l’associazione, indossare il cappello parlante e, tramite una pesca, essere smistato in una delle quattro casate di Hogwarts con tanto di pergamena finale.

Un plauso a Vincenzo Modugno di RadioCanale100 che, grazie all’aiuto di Monica Cusato e Giacomo Giaquinto, ha saputo animare e intrattenere il pubblico con interviste e quiz su vari argomenti inerenti al festival.

Tirando le somme, quella di quest’anno, è stata un’edizione divertente, con qualche pecca dal punto di vista organizzativo, ma conclusa nel migliore dei modi con l’esibizione delle Stelle di Hokuto. Non resta che attendere la prossima edizione per capire quanto questo evento possa ancora crescere.

Di seguito alcune foto dell’evento.

Rispondi