NOS4A2, la recensione della serie horror distribuita da Amazon

NOS4A2 RECENSIONE

Abbiamo visto NOS4A2, la nuova serie horror prodotta da AMC, e distribuita da Amazon Prime Video. Questa è la recensione della prima stagione.

Amazon Prime Video sta ormai portando sullo schermo serie tv sempre più interessanti e di successo. Fra le ultime atterrate sulla piattaforma di streaming del colosso americano della vendita online, spicca la serie supernatural-horror prodotta da AMC, basata sull’omonimo romanzo di Joe Hill (lo pseudonimo scelto dal figlio di Stephen King) del 2013.

NOS4A2 (si legge Nosferatu) presenta nel cast un irriconoscibile Zachary Quinto, ma anche Ashleigh Cummings, Rarmian Newton e Darby Camp. In una notte come tante, nel cortile di una casa come tante, compare una vecchia automobile guidata da un anziano in livrea da chauffeur. A bordo dell’auto verrà indotto a salire un bambino con la speranza di ricevere tanti regali se vorrà seguire l’inquietante vecchio fino alla propria abitazione.

Il Commento

NOS4A2 si avvale di un ottimo lavoro di regia, ben realizzato ogni singolo episodio con una particolare attenzione ad ogni singolo dettaglio. La storia è accattivante ed intrigante al punto giusto, e questo nonostante qualche piccolo rallentamento nello scorrere di alcune scene.

Cinque i registi (Kari Skogland, John Shiban, Tim Southam, Hanelle Culpepper e Stefan Schwartz) che si sono alternati nella direzione dei 10 episodi che compongono la prima stagione. Si tratta di filmmakers avvezzi al genere, con esperienze in vari episodi di serie cult, quali X-Files, Under The Dome, Vikings, Haven, Bones, Vikings, Star Trek Discovery, Lucifer, The Walking Dead.

La fotografia, curata da Martin Ahlgren (Daredevil, House of Cards, Altered Carbon) è perfetta, e riesce a trasmettere appieno il senso di angoscia e di smarrimento che ognuno dei protagonisti affronta.

Il Cast

Dimenticate il distaccato e compassato vulcaniano del Kelvinverso. Spock è lontano anni luce dal personaggio portato sul piccolo schermo da Zachary Quinto. Il suo Charlie Manx si mostra sadico e perfido quanto basta. L’attore riesce a dare vita ad un mostro, vittima del suo stesso retaggio culturale che lo porta ad alimentare un odio che lo nutre e lo uccide allo stesso tempo. L’interpretazione di Quinto è magistrale, egli riusce ad essere credibile sempre, gestendo con bravura il mutevole aspetto fisico del personaggio.

Dall’altra parte della barricata la giovane e talentuosa disegnatrice Vic McQueen, che ha il volto di Ashleigh Cummings (Miss Fisher – Delitti e misteri e Il domani che verrà – The Tomorrow Series). Diretta, senza mezze misure, così ci viene presentata dall’attrice, forte ma allo stesso tempo in cerca di supporto e di approvazione da parte dei genitori Chris (Ebon Moss-Bachrach) e Linda (Virginia Kull).

Nel cast anche Ólafur Darri Ólafsson nel ruolo di Bing Partridge, figura borderline della serie e Jahkara J. Smith, la bibliotecaria Maggie Leigh. Entrambi gli attori riescono a caratterizzare i personaggi in modo deciso, in particolare Ólafsson (lo Skender del circo magico dei Crimini di Grindelwald) è il Jolly che caratterizza parte della stagione.

Annunnciata al Comic-Con di San Diego la seconda stagione Sarà disponibile nel 2020.


Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.