Reduce dal successo straordinario ottenuto dalla critica ed al botteghino, Deadpool si appresta ad affrontare la sfida più grande…. il suo futuro al cinema!!!

Con un sequel in pre-produzione ed un possibile approdo nella X-Force di Jeff Wadlow, l’antieroe Deadpool non deve di certo dimenticare le proprie origini X-Men, ragion per cui sembra possibile che la 20th Century Fox voglia, in tempi brevi, unire i due franchise cercando di massimizzare i propri guadagni, non credete?

A tal proposito il The Hollywood Reporter ha parlato con Paul Wernick, il co-sceneggiatore di Deadpool in compagnia di Rheet Reese.

Secondo lo scrittore pare che al momento il crossover tra i due franchise (Deadpool e X-Men) sembra alquanto improbabile, la motivazione principale sembra però di natura narrativa e legata quindi alla linea temporale in cui Wolverine, Magneto e company vivono al cinema in questi ultimi film.

Tra la linea temporale di X-Men: Apocalisse e quella di Deadpool infatti mancano circa trent’anni, un gap difficile da colmare in tempi brevi, questo è difatti un ostacolo insormontabile per la nascita di un crossover; questo non sembra essere tutto….

Wernick ha infatti affermato che Deadpool ha oramai raccolto una forte schiera di fan e seguaci in tutto il mondo, ragion per cui non sembra aver bisogno di avere un collegamento diretto con il franchise X-Men per sopravvivere, anche se non esclude che i due franchise vivono nello stesso universo narrativo.

Allora pensate che Deadpool abbia davvero bisogno di un crossover con la saga X-Men?

[socialpoll id=”2336614″ path=”/polls/2336614″ width=”500″]