La polemica innescata da Steven Spielberg riguardo l'esclusione di Netflix dai premi Oscar 2020 ha avuto inevitabili strascichi, tanto da costringere il Dipartimento di Giustizia a scendere in campo.

Tramite una lettera, infatti, Makan Delrahim (direttore dell'Antitrust Divison del Dipartimento di Giustizia) ha fatto sapere che l'eventuale esclusione di Netflix dagli Oscar potrebbe essere fuorilegge dato che andrebbe contro le regole per una competizione di mercato trasparente.

L'Academy of Motion Pictures Arts and Sciences non ha esitato a rispondere, affermando che durante l'incontro con l'Academy Board of Governors il prossimo 23 aprile si discuterà di queste regole.

Volendo rievocare quanto affermato precedentemente da Spielberg, secondo il regista i film destinati allo streaming dovrebbero concorrere agli Emmy e non agli Oscar, i quali dovrebbero essere riservati ai film destinati solo ed esclusivamente alle sale.

La questione, più complessa di quanto si potesse pensare inizialmente, è dunque ben lontana dall'essere risolta; ma ora Netflix ha nientemeno che il Dipartimento di Giustizia - o la legge tout court - dalla sua parte.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.