Tra tutti i cinefumetti Marvel, Doctor Strange è uno dei più attesi, vuoi per la presenza dell’attore Benedict Cumberbatch, vuoi per la tipologia di supereroe trattata. Fatto sta che ieri anche da noi è approdato al cinema il film diretto da Scott Derrickson (regista finora abituato al genere horror); la storia del neurochirurgo Stephen Strange che perde l’uso delle mani dopo un incidente automobilistico costringendolo a ricorrere a tecniche magiche di guarigione, coinvolgerà gli spettatori italiani. E il botteghino urlerà di gioia.

Con il suo film d’esordio, La mafia uccide solo d’estate, Pif (Piefrancesco Diliberto) è riuscito a realizzare un prodotto in grado di coniugare e amalgamare il dramma con la commedia. Ora lo aspetta la prova più difficile: il secondo film. In guerra per amore può essere considerato una sorta di prequel ideale del primo film, tant’è che i nomi dei due protagonisti solo gli stessi. La storia è quella di Arturo e Flora, una giovane coppia che vive la propria storia d’amore nella New York del 1943. Lei, però, è promessa sposa al figlio di un boss mafioso; per conquistare l’amata, Arturo deve chiedere la mano al padre di Flora, che però vive in Sicilia. Arturo ha una sola possibilità per recarsi in Sicilia: arruolarsi nell’esercito americano.

Halloween si avvicina e poteva mancare un horror al cinema? Certo che no, e quindi ecco arrivare Ouija: L’origine del male (Ouija: Origin of Evil), diretto da Mike Flanagan e prequel dell’horror Ouija. Nel 1965, a New York, una madre vedova e le sue due figlie introducono una strana tavola nelle sedute spiritiche atte a frodare i malcapitati: essa, però, invocherà uno spirito maligno che finirà per possedere una delle figlie. Nulla di nuovo nel soggetto: l’horror di oggi continua a percorrere la strada dell’occulto (spiriti maligni, oggetti esoterici, case infestate ecc.) ma raramente riesce a produrre spaventi genuini. Eppure Flanagan, nella sua filmografia, può vantare un horror ben riuscito come Oculus.

Presentato in concorso a Cannes, arriva da noi l’ultimo film dei fratelli Dardenne, La ragazza senza nome (La fille inconnue) in cui Jenny, che lavora come medico generalista, dopo l’orario di chiusura dello studio, sente suonare alla porta ma ella non va ad aprire. Il giorno seguente, la polizia la informa che nelle vicinanze è stato trovato il corpo di una ragazza che non è stata ancora identificata: per Jenny, questa notizia sarà l’evento scatenante di una profonda crisi esistenziale.

Per gli amanti dei film d’animazione, e soprattutto delle fiabe, arriva Trolls, diretto da Mike Mitchell e Walt Dohrn, un film che ha come protagonisti le colorate e simpatiche creature leggendarie. Poppy unirà le forze con Branch in una rischiosa missione per salvare i suoi amici dalle grinfie del sinistro Bergen e del loro capo, il re Gristle. Di seguito potete vedere due clip in esclusiva tratte dal film.