Figli: Recensione dell'ultimo film firmato da Mattia Torre

Figli Film Recensione

Figli Film Recensione


Dal 23 gennaio arriva l'ultimo lavoro di Mattia Torre, grande autore scomparso lo scorso anno, "Figli", una commedia consegnata da Torre al regista-amico Giuseppe Bonito con Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea.

Lo sceneggiatore Mattia Torre è sempre stato un autore impeccabile, un osservatore acuto della realtà in cui viviamo, e ha saputo cucire su alcuni attori-amici monologhi eccezionali. E dagli stessi amici si è fatto ispirare per i suoi copioni, perchè lui sapeva raccontare la realtà con sfrontatezza con toni diretti, senza moralismi.

"Figli" è la storia di una normalissima coppia, Sara (Paola Cortellesi) e Nicola (Valerio Mastandrea) che, dopo esser sopravvissuti alla prima figlia, devono mantenere i remi saldi della propria vita con l'arrivo del secondogenito. Un excursus nel mondo della genitorialità di questi anni, tra mamme e papà naturisti, coppie separate ed impavidi con più figli.

Una storia stratificata, complice anche la struttura a capitoli con cui lo sceneggiatore (Mattia Torre) dà voce a personaggi secondari che alimentano il mondo dei protagonisti.

Una narrazione raccontata e messa in scena dal regista Giuseppe Bonito, già aiuto regista per altre narrazioni di Torre (La linea verticale), che mantiene il tono della sceneggiatura senza alcun artifizio. Si ride e ci si diverte davanti alla rappresentazione, grazie alla tono realistico e mai serioso con cui vengono presentati episodi al limite del surreale, come la scena del "salto dalla finestra" in cui chiunque può identificarsi.

recensione torre film

Un susseguirsi di scene comuni in cui si alternano toni comici, tragici e di nuovo comici per raccontare la drammaticità della vita, tra conflitti e risate spontanee.

Non è un film dedicato unicamente a chi ha figli, perchè in fin dei conti è la storia di una coppia che prova a resistere e a superare il caos che la vita gli presenta ogni giorno. Si parla di genitorialità, ma anche di pensioni, di tasse, quotidianità reale che viene messa in scena con schiettezza senza filtri buonisti.

"Figli" è una commedia bella e divertente, una fotografia del nostro presente dal punto di vista di una coppia alla ricerca di stabilità emotiva e che deve riuscire a non affondare nel maremoto della vita.

Il punto di forza di "Figli" è la proprio la sceneggiatura scritta senza qualunquismi, in cui ogni personaggio è ben strutturato, anche i secondari. Pensiamo ai vari genitori che si interfacciano in alcune scene, sono volti noti del teatro e della cinema italiano (Paolo Calabresi, Valerio Aprea, Carlo De Ruggeri, Stefano Fresi, Andrea Sartoretti), talvolta non hanno battute ma rendono perfetta e convincente la loro interpretazione. Una fotografia del nostro reale che viene suddiviso e mostrato ruotando intorno fino al momento confessione/identificazione dello spettatore: sei proprio tu!

"Figli", un film firmato da Mattia Torre per la regia di Giuseppe Bonito, con Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea. Uscirà nelle sale italiane il 23 gennaio, prodotto da Wildside e The Apartment e distribuito da Vision Distribuition.

⭐⭐⭐⭐

Lascia un Commento...