Hunger Games prequel novità cast
Film Romanzo

Il cast di Hunger Games: Ballata dell’usignolo e del serpente continua a crescere


Il casting di Hunger Games: Ballata dell’usignolo e del serpente continua ad offrire volti nuovi in vista del la fase calda della produzione.

Attraverso un aggiornamento proveniente da Deadline, infatti, è noto che negli ultimi giorni si sono aggiunti al già nutrito cast Irene Boehm, Cooper Dillon, Luna Kuse, Kjell Brutscheidt, Dimitri Abold, Athena Strates, Dakota Shapiro, George Somner e Vaughan Reilly. La celebre fonte non descrive nel dettaglio il ruolo assegnato al nuovo gruppo di attori, ma è presumibile che molti di questi saranno tributi dai vari distretti.

L’ultimo ingaggio di spessore per il prequel di Hunger Games è stato quello di Jason Schwartzman, il cui ruolo sarà quello di Lucretius “Lucky” Flickerman, ovvero l’antenato di Caesar Flickerman, la celebre voce di Panem interpretata nel franchise originale da Stanley Tucci.

THE HUNGER GAMES: THE BALLAD OF SONGBIRDS AND SNAKES

The Hunger Games: The Ballad of Songbirds and Snakes sarà ovviamente tratto dall’ultimo romanzo di Suzanne Collins pubblicato nel 2022 (Ballata dell’usignolo e del serpente), e vedrà Francis Lawrence ancora dietro la macchina da presa. La data di lancio del nuovo Hunger Games movie è stata fissata ieri per il 17 novembre 2023. La Collins sarà impegnata come sceneggiatrice in compagnia di Michael Arndt e Michael Lesslie. Nessun altro dettaglio è stato riferito.

Nel cast Tom Blyth, Rachel Zegler, Josh Andres Rivera, Nick Benson, Laurel Marsden, Lilly Cooper, Luna Steeples, Hiroki Berrecloth, Jerome Lance, Ashley Liao, Knox Gibson, Mackenzie Lansing, Aamer Husain, Jason Schwartzman, Hunter Schafer, Irene Boehm, Cooper Dillon, Luna Kuse, Kjell Brutscheidt, Dimitri Abold, Athena Strates, Dakota Shapiro, George Somner, Vaughan Reilly.

Questa è la sinossi ufficiale del romanzo di Suzanne Collins “Ballata dell’usignolo e del serpente“:

È la mattina della mietitura che inaugura la decima edizione degli Hunger Games. A Capitol City, il diciottenne Coriolanus Snow si sta preparando con cura: è stato chiamato a partecipare ai Giochi in qualità di mentore e sa bene che questa potrebbe essere la sua unica possibilità di accedere alla gloria. La casata degli Snow, un tempo potente, sta attraversando la sua ora più buia. Il destino del buon nome degli Snow è nelle mani di Coriolanus: l’unica, esile, possibilità di riportarlo all’antico splendore risiede nella capacità del ragazzo di essere più affascinante, più persuasivo e più astuto dei suoi avversari e di condurre così il suo tributo alla vittoria. Sulla carta, però, tutto è contro di lui: non solo gli è stato assegnato il distretto più debole, il 12, ma in sorte gli è toccata la femmina della coppia di tributi. I destini dei due giovani, a questo punto, sono intrecciati in modo indissolubile. D’ora in avanti, ogni scelta di Coriolanus influenzerà inevitabilmente i possibili successi o insuccessi della ragazza. Dentro l’arena avrà luogo un duello all’ultimo sangue, ma fuori dall’arena Coriolanus inizierà a provare qualcosa per il suo tributo e sarà costretto a scegliere tra la necessità di seguire le regole e il desiderio di sopravvivere, costi quel che costi.

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.