Candyman ha ottenuto il rating R: troppo violento

Candyman, sequel dell’omonimo horror del 1992, e diretto da Nia DaCosta ha ricevuto ufficialmente il rating R per “Sanguinosa violenza horror e linguaggio contenente alcuni riferimenti sessuali”.

Anche i tre film precedenti del franchise horror hanno avuto la stessa classificazione.

Jordan Peele (Get Out, Us) è coinvolto nel progetto in veste di produttore e anche sceneggiatore, in collaborazione con Win Rosenfeld e lo stesso DaCosta. Nel cast Yahya Abdul-Mateen II, Tony Todd, Teyonah Parris, Colman Domingo, Nathan Stewart-Jarrett, Rebecca Spence, Brian King, Cassie Kramer, Nadia Simms.

LA SINOSSI UFFICIALE:

Per quanto possano ricordare, i residenti del quartiere di popolare Chicago Cabrini Green sono sempre stati terrorizzati dal passaparola di una storia spettrale su un killer sovrannaturale con un uncino al posto di una mano che può essere facilmente evocato da chi ha l’ardire di ripetere cinque volte il suo nome davanti a uno specchio. Ai nostri giorni, dieci anni dopo la demolizione dell’ultima Cabrini tower, l’artista visuale Anthony McCoy (Yahya Abdul-Mateen II; HBO’s Watchmen, Us) e la sua ragazza, la direttrice di una galleria d’arte Brianna Cartwright (Teyonah Parris; If Beale Street Could Talk, The Photograph), si trasferiscono in un condominio di lusso del Cabrini, che nel frattempo si è gentrificato tanto da essere divenuto irriconoscibile e abitato da rampanti millennial.

Attualmente la data di uscita del film nelle sale americane è fissata al 16 ottobre. Doveva uscire inizialmente a Giugno, ma purtroppo la pandemia del COVID-19 in corso ha fatto slittare l’uscita del film.

Qualche mese fa è stato pubblicato il trailer che potete trovare qui.

Lascia un Commento...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: