I dati parlano chiaro: Bohemian Rhapsody di Bryan Singer è il biopic con l’incasso più alto di sempre. Al momento, il film ha incassato ben 608.7 milioni di dollari a fronte di un budget di 52 milioni.

Il film sui Queen e sul frontman Freddie Mercury (interpretato da Rami Malek) ha ovviamente catturato l’entusiasmo dei fan in tutto il mondo, nonostante l’accoglienza tiepida che la critica gli ha riservato.

Dal 2 novembre – giorno della sua uscita – Bohemian Rhapsody ha incassato 175 milioni solo negli Stati Uniti mentre da noi, nel weekend appena passato, il film ha superato quota 15 milioni.

Le traversie produttive in cui è incappato il film durante la produzione, col licenziamento di Singer e l’entrata in scena di Dexter Fletcher alla regia, non ha avuto alcune ripercussioni al box office, a riprova del fatto che ciò che accade dietro le quinte non deve necessariamente inficiare nel risultato finale, quantomeno in termini di guadagno.

Nonostante la sua tradizionalità, il suo impianto non particolarmente innovativo e qualche errore storico, Bohemian Rhapsody ha evidentemente ricevuto il beneplacito dei fan della band inglese, ma anche dei neofiti incuriositi su come sia stata resa sullo schermo la storia dei Queen.

Merito soprattutto della performance di Malek, candidato ai Golden Globes come miglior attore drammatico.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.