Ieri abbiamo partecipato alla maratona Animali Fantastici, avendo quindi la possibilità di assistere in anteprima all’attesissimo I Crimini di Grindelwald. Questa la nostra recensione.

Dopo le vicende narrate in Animali Fantastici e dove trovarli, la narrazione riprende con Grindelwald (Johnny Depp) chiuso in una cella del ministero della magia di New York. Da quel momento in poi si susseguiranno una serie di eventi che porteranno Silente (Jude Law) a chiedere aiuto a Newt Scamander (Eddie Redmayne) per fermare l’ascesa al potere del mago oscuro.

La Recensione

Amore, lealtà, amicizia e famiglia. Questi i contenuti principali della pellicola, diretta anche questa volta da David Yates, divenendo sempre di più il filmmaker preferito dalla Rowling.

Il senso di nostalgia che si respira col ritorno ad Hogwarts è risultato talmente emozionante che la maggior parte della platea ha accolto le prime inquadrature delle guglie e del ponte di accesso alla scuola con sospiri ed applausi.

Dopo Animali fantastici e dove trovarli - il cui scopo principale era quello di far voltare pagina e presentare ai fan un nuovo universo - ci ritroviamo dinanzi a dinamiche narrative più delineate e vicende, finora solo accennate, che prendono finalmente corpo, e magari concludersi nelle future pellicole, ricordiamo che saranno cinque i film che comporranno questa nuova saga. I Crimini di Grindelwald è pertanto, a tutti gli effetti, il vero inizio di questa nuova avventura nel mondo della magia firmato Rowling.

Nonostante gli effetti speciali siano di un livello superiore al precedente, e lo Snaso sia ancora l’animaletto più tenero della cinematografia contemporanea, dobbiamo registrare però alcune incertezze nel montaggio e nella regia, che si spera vengano corrette nel prosieguo della saga.

Grindelwald e Silente sono le due facce della stessa medaglia, uniti in passato da una fratellanza che li vede qui avversari. Il primo sfacciato, orgoglioso, fiero della sua diversità fa da contraltare ad un Albus Silente fin troppo taciturno e pieno di segreti, che come abbiamo già visto nei film di Harry Potter segneranno la sua vita.

Johnny Depp, manco a dirlo, è la vera star del film. Tutto ruota intorno al suo personaggio, l’attore ruba la scena con un interpretazione carismatica, e rilega al ruolo di comprimari gli altri, pur validi, protagonisti. L'attore è riuscito a far dimenticare le sue ultime vicende personali, creando un nuovo iconico personaggio, diametralmente opposto a Jack Sparrow ma altrettanto unico e, nonostante la sua natura malvagia, già beniamino dei fan.

Eddie Redmayne dona al suo Newt una dolcezza disarmante. La sua recitazione è ancora una volta basata sulle movenze, sulle espressioni facciali e su uno sguardo mai fermo sul suo interlocutore ma pronto a spaziare nella natura che lo circonda. Redmayne regala ai fan un eroe importante che vediamo apparire sullo schermo in punta di… bacchetta, quasi fosse la nemesi perfetta di Grindelwald.

Simpatica la presenza scenica di Dan Fogler che ripropone il no-mag Jacob Kowalski quale elemento comico, ma con una personalità ed una dolcezza spiazzante. Fanno parte del cast anche Katherine Waterston (Tina Goldstein), Alison Sudol (Queenie - con degli sviluppi inaspettati), Ezra Miller (Credence), Claudia Kim (che interpreta Nagini ovvero il Maledictus che diventerà Horcrux di Voldemont) e Zoë Kravitz, figlia di Lenny, che si cimenta in Leta Lestrange

L’operazione di marketing suscitata dal paragone col più famoso dei maghetti è sicuramente riuscita e gli appassionati avranno da che rallegrarsi fino al 2024, data di uscita della conclusione della saga.

Animali Fantastici - I crimini di Grindelwald sarà in tutte le sale da stasera, 15 novembre.


Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald
Overall
3.5

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.