Venezia 77: Rai Cinema contro la giuria per l’esclusione dai premi

La 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia si è conclusa ieri sera con il trionfo di Nomadland, ma i premi assegnati hanno suscitato polemiche e perplessità soprattutto in casa Rai Cinema.

Produttrice di tre dei quattro film in concorso (Miss Marx, Notturno e Le Sorelle Macaluso), Rai Cinema è infatti uscita a mani vuote dal palmares della Mostra in quanto la giuria presieduta da Cate Blanchett non ha dato alcun riconoscimento ai tre film sopracitati.

Paolo Del Brocco, presidente di Rai Cinema, non ha esitato a esprimere il proprio disappunto:

Pur consapevoli che i verdetti delle giurie vanno accettati con serenità non possiamo non essere dispiaciuti e un po’ delusi perché i tre film da noi coprodotti non sono stati considerati come forse meritavano.

La risposta del direttore Alberto Barbera, però, non è tardata ad arrivare:

Quando Paolo Del Brocco dirigerà la mostra sceglierà lui i giurati. E vedremo. È una polemica inutile, ingiusta e autolesionista, un copione che si ripete, c’è sempre scontento.

Dal canto suo, la Blanchett si è difesa affermando che tutti i film sono stati presi in considerazione e che ci sarebbero volute “altre tre categorie per premiare altri film, compresi quelli italiani”.

Hanno vinto i film migliori? Probabilmente no, ma sindacare sulle scelte della giuria di un festival è un gioco un po’ fine a se stesso. Ciò che fatto è fatto, e più non dimandare.

Lascia un Commento...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: