The Equalizer 2 - Senza Perdono è un film del 2018, diretto da Antoine Fuqua, con Denzel Washington. Questa è la nostra recensione.

Il Film

Alcuni anni dopo i fatti narrati nel primo capitolo, il vigilante noto come l'Equalizzatore (Denzel Washington) continua ad "aiutare" in gran segreto coloro che hanno subito torti e violenze. Un crimine che colpisce la sua sfera sentimentale, però, lo costringe ad uscire allo scoperto, ed iniziare un percorso di vendetta.

Nel cast diretto da Antoine Fuqua, oltre al protagonista interpretato da Denzel Washington, anche Pedro Pascal, Melissa Leo, Bill Pullman, e Ashton Sander.

La Recensione

La premiata ditta artistica formata da Antoine Fuqua e Denzel Washington è tornata a lavorare insieme, per loro la quarta volta dopo Training Day, The Equalizer e I Magnifici 7. Bissare il successo di critica ottenuto dall'originale (The Equalizer) nel 2014, era ovviamente l'obiettivo principale. Ci saranno riusciti?

Beh, partiamo dal presupposto che il genere action movie è stato spesso vittima nella storia hollywoodiana di pericolosi scivoloni, in special modo quando si è trattato di dare vita a sequel, prequel e reboot vari dello stesso franchise. Realizzare un buon sequel di The Equalizer, pertanto, rappresentava una sfida abbastanza rischiosa per due filmmakers del calibro di Denzel Washington e Antoine Fuqua, una sfida però raccolta da entrambi in maniera oculata, e quasi priva di rischi.

La narrazione in The Equalizer 2 - Senza Perdono è lineare, pulita e coinvolgente, così come la regia del sempre talentuoso Fuqua. L'originalità è ciò che manca alla pellicola, ma d'altro canto ci troviamo di fronte ad una storia inedita, costruita però su di un franchise noto, a tal proposito va ricordato, per i meno virtuosi mnemonicamente, che i due capitoli cinematografici di The Equalizer sono entrambi tratti dall'omonina serie tv datata anni ottanta (Un Giustiziere a New York). Detto questo...

La pellicola presenta in corso d'opera alcuni importanti colpi di scena, ma in questo caso, la costruzione di tali "finzioni" cinematografiche risulta scontata, quasi telefonata. Si tratta senza dubbio di un'occasione mancata, che avrebbe potuto permettere a The Equalizer 2 - Senza Perdono di ingranare quella marcia in più rispetto ad un primo capitolo, sotto questo punto di vista, perfetto.

La sceneggiatura segue un andamento quasi armonico, suddividendosi il più delle volte tra momenti compassati, ed altri più frenetici, senza mai però dare l'impressione di spezzare il ritmo, e pertanto mandare in "paranoia" lo spettatore medio. Talento e carisma di Denzel Washington, premio Oscar proprio con Fuqua in Training Day, a tal proposito riescono a celare i pochi momenti in cui la sceneggiatura sembra scadere qualitativamente.

Scritto di Denzel Washington, il cast soffre la mancanza di interpreti capaci di bilanciare la classe del protagonista. Non ce ne voglia il pur bravo Pedro Pascal, impeccabile nella serie tv Narcos, ma il carisma da grande o ce l'hai o non ce l'hai. Discorso a parte, invece, per Melissa Leo e Bill Pullman, per i due attori ruoli solo di contorno, e non adatti al loro talento.

Un nuovo capitolo nel futuro di questo franchise? Perchè no!


Un sequel riuscito ed avvincente, che sembra però aver paura di osare.


The Equalizer 2 - Senza Perdono
Overall
3

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.