Scary Stories to tell in the Dark 2 notivà sequel

Lo sviluppo di Scary Stories to tell in the Dark 2 è fermo

L’horror Scary Stories to tell in the Dark ha ottenuto un successo importante al botteghino, a tal punto da spingere la Paramount a puntare sul sequel. Ma a che punto è lo sviluppo del film?

Annunciato nell’aprire del 2020, Scary Stories to tell in the Dark 2 è stato da subito un obiettivo del produttore Guillermo Del Toro, della Paramount Pictures e del regista André Øvredal, ciononostante è da novembre dello stesso anno che non ci sono aggiornamenti degni di nota (qui trovate le dichiarazioni entusiastiche del regista).

A parlare brevemente dello stato di Scary Stories to tell in the Dark 2 sono stati i due sceneggiatori Dan e Kevin Hageman attraverso un’intervista rilasciata nei giorni scorsi a Collider. In sostanza i due scrittori non sono riusciti a fornire aggiornamenti “positivi”, etichettando lo sviluppo come “in stallo”. Queste le parole di Kevin: “Al momento è in stallo. In realtà non lo sappiamo. Abbiamo scritto una stesura, Guillermo [Del Toro] aveva una direzione che voleva dare alla storia…

Sulla natura della sceneggiatura consegnata, il fratello Dan ha detto inoltre: “No, non possiamo addentrarci, ma abbiamo scritto qualcosa, e quella è l’ultima cosa che sappiamo. Sappiamo che a molta gente è piaciuto, ma sappiamo anche che ora non sta succedendo nulla. Brancoliamo nel buio insieme a voi, ragazzi.

Il primo capitolo è approdato al cinema nel 2019 incassando la bellezza di 106 milioni di dollari a fronte di un budget di 28 milioni. Il film è piaciuto alla critica così come al pubblico, e questo ha spinto Paramount a puntare sul sequel. La trama di Scary Stories to tell in the Dark si basa su alcuni racconti presenti nei libri di Alvin Schwartz e Stephen Gammell.

Nota Curiosa sui libri: I libri sono stati “banditi” dall’American Literary Association poiché giudicati troppo spaventosi per il loro target di riferimento, soprattutto a causa degli splendidi disegni di Stephen Gammell, effettivamente molto inquietanti. Nell’edizione per il 30° anniversario, però, le sue illustrazioni sono state sostituite da quelle di Brett Helquist, causando il malcontento dei fan.


Scopri di più da UNIVERSAL MOVIES

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un Commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.