Venersì 9 dicembre. Ultimo giorno di questa settimana particolare e secondo giorno de ponte dell’Immacolata. Stasera, dunque, molti film per un intrattenimento sicuro come Transformers 3, il musical Chicago o il più serio La teoria del tutto.

Ore 21.10 su Italia 1: Transformers 3, di Michael Bay, con Shia LaBeouf, Josh Duhamel e Rosie Huntington-Whiteley. I Decepticons volgiono vendicarsi della loro precedente sconfitta minacciando la Terra. Gli Autobot, insieme al giovane Sam, dovranno fronteggiarli. Il terzo capitolo della saga coi i robot più famosi di sempre è il più compatto e il migliore di quelli realizzati finora; ma in tv perde tutta la sua potenza visiva.

Ore 21.10 su Paramount Channel: Chicago, di Rob Marshall, con Richard Gere, Catherine Zeta-Jones e Renée Zellweger. Negli anni ’20, un avvocato si occupa del caso di due soubrette imputate di due diversi omicidi. Ispirato al musical di Broadway del 1975, il film affascina per i musicali che si rifanno al musical dei vecchi tempi. Cinque Oscar, tra cui miglior film e attrice non protagonista (Catherine Zeta-Jones).

Ore 21.15 su Premium Cinema: La teoria del tutto, di James Marsh, con Eddie Redmayne, Felicity Jones e David Thewlis. La vita di Stephen Hawking, celebre astrofisico, e del suo rapporto con la moglie Jane che gli starà accanto nonostante la malattia degenerativa che lo ha colpito da giovane. Un biopic che poggia sull’interpretazione di Redmayne, vincitore dell’Oscar.

Ore 21.15 su Studio Universal: Three Kings, di David O. Russell, con George Clooney, Mark Wahlberg e Ice Cube. Quattro soldati americani tentando di rubare dei lingotti provenienti dal Kuwait e custoditi nei bunker iracheni. La guerra vista attraverso gli occhi di alcuni soldati non proprio pacifici.

Ore 21.15 su Sky Cinema 1: 13 Hours: The secret soldiers of Benghazi, di Michael Bay, con John Krasinski, James Badge Dale e Max Martini. L’11 settembre 2012 alcuni militanti islamici attaccano un avamposto diplomatico e una depandance della Cia a Benghazi, in Libia: sei membri della sicurezza tentano l’impossibile per salvare quante più vite umane possibili. Un film (quasi) inusuale per Bay che riesce ad affrontare un argomento col piglio giusto.