Siete pronti per assistere alla cerimonia di premiazione dei 90° Academy Awards? In caso contrario, ecco alcuni film da andare a vedere al cinema nell’attesa della fatidica notte. Tra le nuove uscite segnaliamo Lady BirdRed Sparrow e Quello che non so di lei.

Esordio alla regia dell’attrice Greta Gerwig, Lady Bird è stato nominato a 5 premi Oscar tra cui miglior film, dopo aver vinto 2 Golden Globe. La ribelle Lady Bird, all’anagrafe Christine, desidera fuggire da Sacramento per trasferirsi in una grande città. La domanda di ammissione al college, però, è scarsa di crediti extracurricolari ed è perciò costretta a iscriversi a un corso di teatro del liceo.

Smessi i panni di Katniss Everdeen, Jennifer Lawrence indossa quelli letali di Red Sparrow nel film di Francis Lawrence. Dominika Egorova è una sexy e letale spia russa incaricata di sedurre e poi uccidere un agente della CIA sospettato di essere una talpa. Tratto dall’omonimo best seller di Jason Matthews. Leggete qui la nostra recensione.

Presentato in concorso a Cannes, Quello che non so di lei (D’après une histoire vraie) è il nuovo film di Roman Polanski interpretato da Eva Green e Emmanuelle Seigner. La scrittrice Delphine de Vigan vive un blocco creativo. Dopo aver pubblicato il suo primo libro in cui ha raccontato la figura di sua madre, le sono giunte numerose lettere minatorie che l’accusano di aver dato la sua famiglia in pasto al pubblico. L’autrice delle lettere è l’affascinante L. che instaura con la scrittrice un rapporto morboso e ambiguo.

Dark Night di Tim Sutton si ispira alla tragedia avvenuta al cinema di Aurora alla prima di Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno quando James Holmes uccise 12 persone. Il film fa incrociare le vite di sei personaggi, tra cui l’assassino, nelle ore che precedono il tragico evento.

Tra drammi e thriller spunta la commedia Puoi baciare lo sposo di Alessandro Genovesi. Antonio convive felicemente a Berlino col compagno Paolo. Quando i due decidono di sposarsi, tornano in Italia per dare la lieta notizia ai rispettivi genitori: e qui iniziano i problemi.

Rispondi