Mentre attendiamo le premiazioni del concorso ufficiale previste per questa sera, il 69° Festival di Cannes ieri ha assegnato i cosiddetti premi collaterali, stiamo parlando dei concorsi Un Certain Regard, Quinzaine des Realisateurs e Semaine de la Critique.

Partiamo col dirvi che il cinema italiano è rimasto clamorosamente all'asciutto, nessun premio per i film in concorso, una sconfitta che chiaramente sarà analizzata dal nostro Andrea Vantini nella giornata di domani, all'interno del post relativo alle somme dell'edizione del Festival di Cannes numero 69.

Questo è il link per lo streaming delle premiazioni principale e, chiaramente, dove poter dare un'occhiata ai vincitori della Palma d'oro e degli altri premi del Festival di Cannes numero 69.

Ora passiamo ai premiati:

  • UN CERTAIN REGARD

The Happiest Day in the Life of Olli Mäki del finlandese Juho Kuosmanen vince il premio più importante. Il film in bianco e nero è basato sulla storia vera del boxer finlandese Olli Mäki e del suo combattimento contro il campione americano Davey Moore nel 1962.

Il premio della giuria è andato a Harmonium di Kôju Fukada, il premio per la miglior regia è andato a Matt Ross per Captain Fantastic, film che presenta nel suo cast Viggo Mortensen.

Miglior sceneggiatura è stata vinta da Delphine e Muriel Coulin per The Stopover.

Il premio speciale della giuria è stato assegnato a The Red Turtle di Michaël Dudok de Wit, film d’animazione franco-giapponese molto apprezzato al festival.

  • QUINZAINE DES REALISATEURS

Il primo premio è andato all’afgano Wolf and Sheep, opera prima di Shahrbanoo Sadat. A L’Effet Aquatique di Solveig Anspac è stato assegnato il Premio SACD ai film in lingua francese, mentre il premio Europa Cinemas è stato assegnato a Mercenaire di Sacha Wolff.

  • SEMAINE DE LA CRITIQUE

La settimana della critica ha assegnato il Grand Prix Nespresso a Mimosas, il film franco/marocchino/spagnolo diretto da Olivier Laxe. Il premio rivelazione France 4 è andato ad Album di Mehmet Can Mertoğlu, il premio Fondazione Gan è andato a Sophie Dulac per la distribuzione di One Week and a Day di Asaph Polonsky. Infine il premio SACD degli autori francesi è andato a Diamond Island di Davy Chou e Claire Maugendre.