Le nuove uscite (di lusso) negli Usa non hanno sortito novità in testa al Box Office Usa, Alla Ricerca di Dory si è nuovamente riproposto leader della classifica degli incassi più alti del weekend, niente da fare per The Legend of Tarzan, La Notte del Giudizio 3 e Il GGG.

Non ci sono parole per lo straordinario score di Alla Ricerca di Dory, il cartoon Disney/Pixar ha inanellato un nuovo weekend da urlo, i 41,9 milioni di dollari ne sono la riprova assoluta. Con la giornata di domani che chiuderà il lungo weekend dell’Indipendenza americana si prospetta un incasso da oltre 50 milioni di dollari. Al momento il totale nel solo Box Office Usa è salito a quota 372,25 milioni, ossia al secondo posto nella storia dei cartoon Pixar dietro Toy Story 3 ed al sesto posto nella storia dei film di animazione, ovviamente i primi posti di entrambe le classifiche nordamericane sono alla portata!!!

Esordio al secondo posto, con molti mugugni, per The Legend of Tarzan. Stime ritoccate al rialzo (di poco) per il nuovo adattamento live action dello storico personaggio nato dalla penna di Edgar Rice Burroughs, ma nonostante questo si tratta di un esordio da flop, il budget infatti supera i 180 milioni di dollari. Nel weekend lungo si prospetta un esordio da circa 45 milioni.

Stime mantenute invece per La Notte del Giudizio – Election Year, il terzo capitolo della saga horror prodotta da Jason Blum e Michael Bay ha infatti raccolto il terzo posto con un incasso da 30,87 milioni di dollari, finendo direttamente al secondo posto nella storia del franchise, davanti il primo capitolo capace di incassare all’esordio 34 milioni. Il successo è comunque assicurato, dopo un solo weekend il costo del budget (10 milioni) è stato raccolto tre volte….!!!

Floppa di brutto infine al quarto posto il fantasy Il GGG – Il Grande Gigante Gentile, l’incasso di 19,58 milioni rappresenta un pessimo risultato per un film costato la bellezza di 140 milioni di dollari con alla regia niente di meno che Steven Spielberg. Nel weekend lungo il fantasy potrebbe raggiungere i 25 milioni.

Chiudiamo infine con i 16,5 milioni incassati da Independence Day Rigenerazione per un totale di 72,65 milioni, il passivo rispetto al primo capitolo diventa sempre più pesante, nello stesso lasso di tempo infatti Independence Day incassava la bellezza di 160 milioni di dollari perdendo nel secondo weekend meno del 30% rispetto all’esordio.