Difficile pensare a un esito diverso a proposito del Box Office italiano. Quando un film targato Disney-Pixar arriva sugli schermi, il botteghino s’inchina e ammira, dal basso verso l’alto, lo straordinario potere affabulatore del suddetto film; è questo il caso di Alla ricerca di Dory che, al suo esordio, incassa una cifra pari a 5.565.727 di euro, conquistando facilmente la vetta, con una media per sala che si avvicina ai settemila euro.

Debutta al secondo posto Trafficanti, la commedia di Todd Phillips con Jonah Hill e Miles Teller che riesce a raggranellare poco più di 879mila euro; niente male davvero per una commedia (dal regista della trilogia Una notte da leoni, ricordiamolo) che cerca di andare al di là del solito repertorio, traendo addirittura spunto da eventi realmente accaduti.

Resta saldo sul podio, in terza posizione, il film strappalacrime Io prima di Te, il film con Emilia Clarke e Sam Claflin tratto dal best seller di Jojo Moyes, incassando altri 836mila euro e raggiungendo la quota complessiva di 6.1 milioni.

Quarta posizione per L’estate addosso di Gabriele Muccino: il film esordisce con una cifra di 757mila euro in quattro giorni, ma l’incasso lievita a oltre 900mila tenendo in considerazione il fatto che il film è uscito mercoledì.

Non ha fatto gli stessi sfracelli che mostra nel film Independence Day: Rigenerazione, il disaster movie di Roland Emmerich realizzato vent’anni dopo il capostipite. Nel weekend, il film ha incassato 649mila euro, superando di poco i 2 milioni di euro complessivi: un po’ troppo poco rispetto alle aspettative, ma forse questo è un genere che non ha più presa sul pubblico, soprattutto se consideriamo il fatto che il primo film è stato realizzato nel 1996.

Sesto posto per il documentario di Ron Howard The Beatles: Eight days a Week sui Fab Four con un incasso di 582mila euro. Segue al settimo posto L’Era Glaciale: In rotta di collisione che, con altri 485mila euro raggiunge quota 8.305 milioni. Chiude la top ten Fuck You Prof 2 che incassa quasi 150mila euro.