Da ieri è nelle sale l'ultimo film del regista romano Fausto Brizzi dal titolo Se mi vuoi bene; vi presentiamo la nostra recensione.

Negli ultimi anni di Fausto Brizzi se n'è detta di tutti i colori, a volte dimenticando i lavori che lo hanno reso celebre agli spettatori. A credere in lui è arrivato il produttore Luca Barbareschi con la sua Casanova Multimedia, e sicuramente ci ha visto lungo perchè Brizzi sa scrivere bene le sue sceneggiature. E lo dimostra anche in questa sua ultima opera.

Diego (Claudio Bisio) è un avvocato depresso, dopo un fallimentare tentativo di suicidio s'imbatte in Chiacchere, il particolarissimo locale di Massimiliano (Sergio Rubini) e lì capisce che deve smettere di concentrasi se stesso e provare a migliorare la vita dei suoi affetti più cari. Con Massimiliano e il poco dotato attore Edoardo (Flavio Insinna) Diego articola un piano strategico per rendere felici la sua ex moglie Giulia (Maria Amelia Monti) che lo odia, la figlia Laura (Loredana Cacciatore) immersa nel lavoro, il fratello tassinaro aspirante artista (Gian Marco Tognazzi), la sua migliore amica Loredana (Lucia Ocone) che non ha una relazione amorosa da anni, i suoi amici Luca (Dino Abbrescia) e Simona (Susy Laude) che litigano su ogni cosa e continuano ad essere sposati, il padre ex tennista (Memo Remigi) che dopo anni ripensa alla sconfitta subita dal suo acerrimo rivale Bertoni (Cochi Ponzoni) e sua madre Olivia la cui vita è occupata unicamente dai suoi gatti (Valeria Fabrizi). In realtà il suo piano gli si ritorcerà contro.

Fausto Brizzi se la canta e se la suona, perchè il soggetto di questo suo ultimo lavoro proviene da un romanzo da lui scritto venduto in tutto il mondo. Affronta una tematica attuale, lo fa con leggerezza, con la chiave di lettura di una commedia ma non per questo frivola. La scrittura di Brizzi, grazie anche al supporto degli altri sceneggiatori (Herbet Simone Paragnani, Mauro Uzzeo e Martino Colli) sembra esser tornata ai tempi d'oro delle sue commedie biglietto d'oro (Notti prima degli esami, Ex, Maschi contro Femmine).

Non è facile dirigere un cast così corposo di attori, ma Brizzi riesce a dosare i personaggi rendendoli tutti indispensabili per risolvere la trama e sopratutto la vita del suo mattatore interpretato da Claudio Bisio, fulcro centrale, ma mai eccessivamente al centro dell'azione.

Quello che più fa sorridere durante la visione di Se mi vuoi bene è stato lo stile con cui la storia scorre sullo schermo. Brizzi utilizza una chiave comica che fa sorridere ma anche riflettere, lo fa con semplicità senza caricare la narrazione di retorica.

"Se mi. vuoi bene" di Fausto Brizzi è attualmente nelle sale italiane, distribuito da Medusa Film.

Se mi vuoi bene di Fausto Brizzi
3.5