Prende il via la quarta edizione dell’On the Road Film Festival, una strepitosa vetrina per il cinema indipendente internazionale che mette al centro dell’attenzione il tema del viaggio e del viaggiare.

Il nastro di partenza verrà tagliato questo pomeriggio alle 18.30 con “Ciao Amore, vado a combattere” di Simone Manetti, un anteprima da non perdere al Cinema Detour di via Urbana 107, Roma.
ciao-amore

Premiato come miglior film italiano e Premio Speciale della Giuria come Migliore Opera al Biografilm 2016, interpretato dalla combattiva protagonista Chantal Ughi, ex modella, attrice e cantante, ora campionessa di Muai Thai, la boxe thailandese.

Una storia da raccontare quella di Chantal Ughi, la storia della forza di una donna, capace di risollevarsi grazie al cambiamento. “Vivevo a New York, studiavo recitazione, e per caso mi sono imbattuta nel Muay Thai, la Boxe Thailandese” – spiega la Campionessa Mondiale di questa disciplina. “Per ragioni personali e per una delusione d’amore mi sono trasferita in Thailandia per praticare la Thai Boxe. Ho cambiato completamente vita, ho tolto i tacchi e rinunciato all’iphone per combattere nelle palestre povere della Thailandia. Una scelta che rifarei mille volte”. Per il suo coraggio e la sua forza, Chantal Ughi è diventata un’icona, un modello per tante donne, e l’incontro con Simone Manetti non è stato il primo con registi desiderosi di immortalare sullo schermo le sue scelte di vita. “Mi piace l’idea di poter ispirare altre donne” – rivela. “Se la mia storia e questo meraviglioso film fosse un esempio capace di risollevare anche solo una donna in difficoltà, capace di darle forza, sarei davvero felice”.

Alle 21.00 verrà proiettato “Riso alla cantonese” della regista francese di origini cinesi Mia Ma, già vincitore del festival Jean Rouche di Parigi, sul dilemma dell’identità delle seconde generazioni. Storia di Mia e di sua nonna, in una Parigi dove non tutti parlano la stessa lingua, neppure loro, pur vivendo sotto lo stesso tetto.

Tutti film in concorso all’interno della sezione The Road, che accoglie lungometraggi e mediometraggi, fiction e documentari, all’insegna di un tema preciso con la volontà di mettere a fuoco la necessità del viaggio come esperienza di contatto, di superamento, di interrelazione con l’altro e con il paesaggio.
Ai cortometraggi é dedicata la sezione in concorso ShortCuts.

Due sezioni sono state dedicate alle opere fuori concorso:

  • Off the Map con un focus sulla grande scuola del cinema d’animazione polacco in collaborazione con il Festival Oplà;
  • Across Borders con incontri di confine tra cinema, arte, letteratura, musica, con sonorizzazioni di film eseguite dal vivo, masterclass, laboratori per le scuole.

Numerosi i Premi che verranno consegnati nel corso della rassegna

  •  Premio della Giuria al Miglior Film On the Road,
    Giuria presieduta da Mariuccia Ciotta (giornalista, critica cinematografica e scrittrice), Donatello Fumarola (critico, autore televisivo e distributore cinematografico) e Cristina Torelli (autrice televisiva e operatrice culturale).
  •  Premio del Pubblico al Miglior Film On the Road,
  •  Premio della Giuria al Miglior Cortometraggio On the Road,
    Giuria composta da Chiara Rapaccini (scrittrice e pittrice), Francesco Conte (giornalista e regista) e Ornella Vaiani (critica dell’arte ed operatrice culturale).
  • Premio Accademia di Cinema Griffith al Miglior Corto Narrativo (assegnato dall’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma),
  • Menzione Speciale della Giuria e il Premio del Pubblico al Miglior Cortometraggio.

Per ulteriori info vi invitiamo a consultare la pagina facebook ed il sito della manifestazione.