Archivi tag: Apulia Film Commision

Di notte sul mare: l’esordio di Francesca Schirru da oggi su RaiPlay

Disponibile da oggi su RaiPlay, Di notte sul mare, esordio alla regia di Francesca Schirru con Angela Curri, Nicolas Orzella e Domenico Fortunato; una produzione Altre Storie in collaborazione con Rai Cinemaprodotto da Cesare Fragnelli, ed è stato realizzato con il contributo della Regione Puglia e di Apulia Film Commission

TRAMA
Monica (Angela Curri) e Mattia (Nicolas Orzella), sono innamorati e pieni di sogni, ma un tragico evento, oltre a spezzare la vita del fratello di Monica, rompe irreparabilmente l’equilibrio delle loro giovani esistenze. Mattia decide di allontanarsi quindi dalla cittadina sul mare dove vivono, mentre Monica sceglie di rimanere, per dare una mano nel ristorante di suo padre Nunzio (Domenico Fortunato), un malvivente di provincia, rimasto ormai solo.
Tutto, o quasi, sembra essere tornato alla normalità, ma il nuovo fragile equilibrio appena instaurato nelle loro vite sarà ben presto nuovamente sconvolto.

Un detto popolano dice che chi vive sul mare è più felice, perché anche solo ascoltando l’infrangersi delle onde sul bagnasciuga riesce a trovare un senso di serenità. Una pace che purtroppo i due giovani protagonisti, Monica e Mattia, non conoscono più, e devono affrontare le onde più alte guidate da Nunzio, il padre di Monica che, oltre a comandare il paese e il suo mare, ostacola il loro amore.

Monica e Mattia vorrebbero fuggire da quel mare che sembra averli resi prigionieri, decidono di non aver più paura. Nicola Orzella interpreta Mattia, un ragazzo segnato dal senso di colpa della morte del suo migliore amico, nonchè fratello della ragazza che ama, quel livore lo ha condotto via dal paese ma il richiamo del mare e dell’amore è più forte.

Di notte sul mare é un film sulla forza di andare avanti con coraggio, lo stesso coraggio che dimostra di avere Monica magistralmente interpretata da Angela Curri che, non teme il criminale di paese, affronta suo padre come una bambina nata e cresciuta sul mare affronta le onde alte e, anche se viene bagnata rimane con i piedi infossati nella sabbia e si salva. Monica sa cosa vuole dalla sua vita, e ha deciso di prendere in mano il suo destino anche se questo non coincide con quello deciso da suo padre ma, quel che le importa è poter contare sull’amore di Mattia.

Il film di Francesca Schirru è emotivamente impegnativo, lo spettatore avverte il peso della paura con cui convive ogni personaggio grazie alle ottime interpretazioni del cast ma, allo stesso tempo avverte quella voglia di riscatto. Un passaggio necessario per non rimanere più nascosti nel buio e per non rischiare di affogare nell’inquietudine del mare, e questo riscatto avviene tramite il coraggio che dimostra Monica e che le concederà la libertà.

Francesca Schirru con Di notte sul mare ha dimostrato di saper scrivere un’ottima storia e di saper lavorare con minuzia sulle atmosfere non unicamente visive ma soprattutto emotive, riuscendo a mostrare allo spettatore l’anima dei suoi personaggi.

Classificazione: 4 su 5.

Di seguito il trailer di Di notte, sul mare di Francesca Schirru: da oggi disponibile su RaiPlay:

Di notte Sul mare di Francesca Schirru: dal 29 aprile in anteprima esclusiva su RaiPlay

Dopo esser stato selezionato al Bif&st 2020, dal 29 aprile debutta in anteprima esclusiva su RaiPlay Di notte, Sul mare esordio cinematografico di Francesca Schirru.
Di notte, Sul mare è una produzione Altre Storie in collaborazione con Rai Cinema, prodotto da Cesare Fragnelli, ed è stato realizzato con il contributo della Regione Puglia e di Apulia Film Commission

Un dramma sentimentale dalle atmosfere crime, sperimentale nel linguaggio, nella scrittura e nella durata, Di notte, Sul mare esplora uno spaccato, quello ‘di notte sul mare’.
Difficile, umano e disumano allo stesso tempo, sorprendente, misterioso, in cui Monica, la giovane protagonista vive, scegliendo con coraggio di essere libera, di decidere per la propria vita, anteponendo l’amore all’odio e alla violenza che la opprimono. Una battaglia che racchiude in sé quella di milioni di altre donne nel mondo che devono combattere per la propria autodeterminazione. Un cammino già difficile, oggi fortemente inasprito dalla pandemia, che impone a tutti, opinione pubblica e istituzioni, una riflessione sull’evoluzione di quel percorso ancora incompiuto di pari opportunità e diritti tra i due sessi. Una situazione che si estende anche all’industria cinematografica, settore tradizionalmente a predominanza maschile, con il rischio di perdere quel patrimonio di competenze, di immagini, sensibilità e punti di vista che l’hanno arricchita negli ultimi anni e di cui non può più e non deve fare a meno. 

Di notte, Sul mare racconta la storia di Monica (Angela Curri) e Mattia (Nicolas Orzella), due diciottenni innamorati e pieni di sogni. Un tragico evento, oltre a spezzare la vita del fratello di Monica, rompe irreparabilmente l’equilibrio delle loro giovani esistenze. Mattia decide di allontanarsi quindi dalla cittadina sul mare dove vivono, mentre Monica sceglie di rimanere, per dare una mano nel ristorante di suo padre Nunzio (Domenico Fortunato), un malvivente di provincia, rimasto ormai solo. Tutto, o quasi, sembra essere tornato alla normalità. Ma il nuovo fragile equilibrio appena instaurato nelle loro vite sarà ben presto nuovamente sconvolto.

Attraverso la storia della protagonista Monica ho cercato di raccontare una realtà molto precisa – racconta la regista Francesca Schirru – soffermandomi sulle delicate e profonde relazioni umane di chi questa violenza la vive. Monica, seppur giovanissima, dimostra di avere l’incredibile forza di reagire al mondo violento che la circonda, combattendo le imposizioni e le ingiustizie con caparbietà, tenacia, ma soprattutto con l’amore. La sua storia per me rappresenta il ‘coraggio delle donne’: lottare con tenacia e gentilezza per cambiare il mondo. Ringrazio Altre storie e Rai Cinema per aver creduto in me e grazie a RaiPlay per questa straordinaria opportunità”.

Interamente girato a Torre Santa Sabina, in Puglia, Di notte, Sul mare vede nel cast  Angela Curri, Nicolas Orzella, Arianna Gambaccini, Giuseppe Ciciriello,  Giancarlo Luce,  Franco Ferrante, Felice Caccetta, Michele Napolitano e l’amichevole partecipazione di Domenico Fortunato.
La sceneggiatura è di Francesca Schirru, la fotografia è affidata a Giorgio Giannoccaro, la scenografia a Francesco Scandale, i costumi sono a cura di Giulia Pagliarulo.  

Il film breve di Francesca Schirru fa parte del progetto di Altre Storie ‘i baby del cinema’ nato per sostenere giovani registe e registi nella realizzazione dei loro primi film brevi, – aggiunge il produttore Cesare Fragnelli – lavori pianificati e prodotti come i lungometraggi, strategici sia per selezionare, sia per valorizzare nuovi talenti italiani. ‘Di notte, Sul mare’ è il primo film breve di questo importante progetto che abbiamo prodotto grazie a Rai Cinema e al contributo della Regione Puglia e di Apulia Film Commission”.

Di notte, Sul mare di Francesca Schirru sarà disponibile in esclusiva sulla piattaforma RaiPaly a partire dal 29 aprile 2021.
Di seguito, il trailer del film:

Il teaser di Spaccapietre, regia dei fratelli De Serio in concorso alle Giornate degli Autori

Ecco le immagini del teaser di SPACCAPIETRE, il film dei fratelli Gianluca e Massimiliano De Serio, unico italiano in concorso alle Giornate degli Autori, che sarà in sala da settembre, distribuito da La Sarraz Distribuzione

Protagonista un inedito e straordinario Salvatore Esposito, affiancato da Samuele Carrino, Licia Lanera, Antonella Carone, Giuseppe Loconsole, Vito Signorile.

TRAMA

Dopo un grave incidente sul lavoro Giuseppe è disoccupato. Suo figlio Antò sogna di fare l’archeologo e fantastica sull’occhio vitreo del padre, come se fosse il segno di un superpotere. Sono rimasti soli da quando Angela, madre e moglie adorata, è morta per un malore mentre era al lavoro nei campi. Senza più una casa, costretto a chiedere lavoro e asilo in una tendopoli insieme ad altri braccianti stagionali, Giuseppe ha ancora la forza di stringere a sé Antò, la sera, e giocare a raccontarsi una storia. In questa storia irromperà Rosa, una donna incontrata nei campi che le sopraffazioni del “padrone” non hanno corrotto, e la cui umanità sarà per entrambi rifugio, forza e ribellione. 

https://www.universalmovies.it/wp-content/uploads/2020/08/SPACCAPIETRE-TEASER-ITA-.mp4

«In Spaccapietre – spiegano i registi – arte e biografia personale si intrecciano inseparabilmente. La vicenda al centro del film prende spunto da un fatto di cronaca di qualche estate fa, la morte sul lavoro della bracciante pugliese Paola Clemente, e dall’assurda coincidenza con la morte di nostra nonna paterna, deceduta lavorando negli stessi campi nel 1958. E, come il padre di Giuseppe nel film, anche nostro nonno paterno, prima di partire per Torino negli anni ‘60, faceva lo “spaccapietre”. Il film è innanzitutto il tentativo di riappropriarci di un’anima, quella di nostra nonna mai conosciuta, attraverso la storia e il corpo di un’altra donna. Ma è anche un film in cui affiorano i temi dell’amore tra padri e figli, della morte, della violenza, della paura, della vendetta».

Regia / Soggetto e Sceneggiatura: GIANLUCA E MASSIMILIANO DE SERIO Fotografia: ANTOINE HÉBERLÉ Montaggio: STEFANO CRAVERO Scenografia: GIORGIO BARULLO Suono: MAXIMILIEN GOBIET Costumi: ANGELA TOMASICCHIO Trucco: SUSAN MELANIE HOWARD Musiche Originali: GATTO CILIEGIA CONTRO IL GRANDE FREDDO Durata: 104’

Il film è una produzione LA SARRAZ PICTURES con RAI CINEMA in coproduzione con SHELLAC (Francia), TAKE FIVE (Belgio), prodotto da ALESSANDRO BORRELLI con THOMAS ORDONNEAU / GREGORY ZALCMAN / ALON KNOLL con il contributo di MIBACT con il sostegno di EUROPA CREATIVA, APULIA FILM COMMISSION, HOPEFULMONSTER/FONDAZIONE MERZ, CINÉAXE, RÉGION PROVENCE ALPES CÔTE D’AZUR, CNC, TAX SHELTER (GOUVERNEMENT FÉDÉRAL DE BELGIQUE)

[Bif&st 2018] Conferenza stampa del film prodotto da Riccardo Scamarcio dal titolo Dei

Quest’oggi all’interno del Bif&st – Bari International Film Festival si è tenuta la conferenza stampa del film Dei, proiettato in anteprima nazionale ieri presso il Multisala Galleria di Bari.

Assieme a Riccardo Scamarcio, erano presenti in sala anche il regista Cosimo Terlizzi, il presidente dell’Apulia Film Commision, Maurizio Sciarra e gli attori Luigi Catani, Andrea Arcangeli, Martina Catalfamo, Angela Curri e Andrea Piccirillo.

Questo è il nostro resoconto della conferenza stampa.


Il regista ci spiega che il film è nato come la volontà di mettere in scena un racconto tormentato col potere di accomunare tutti coloro che vivono al Sud, gente che ha voglia di guardare oltre e scoprire nuovi orizzonti, cercando però di rimanere nella propria terra di origine. Nel suo intento, spiegare la malinconia dello spostamento ed il legame verso gli Dei (da cui deriva il nome del lungometraggio). Il risultato per lo spettatore dev’essere un’esperienza fatta di meno parole e più fatti con una storia quasi zen con un’andamento soft.

Prendendo la parola Riccardo Scarmarcio ci racconta che ha voluto produrre il film grazie alla sua compagnia – la Buena Onda – perché desideroso di ricercare nuovi artisti e nuovi talenti a cui può dare consigli e far si che questi possano mostrare il proprio talento, anche dal punto di vista tecnico.

Luigi Catani, che interpreta il protagonista Martino, ha spiegato di essere stato avvisato di aver superato il provino soltanto una settimana prima delle riprese. Andrea Arcangeli ha ringraziato il regista, raccontando che si è sentito in dovere di eseguire l’idea chiara e precisa proposta da Terlizzi, e per farlo non ha fatto altro che riempire il regista con una moltitudine di domande atte a capire il suo reale volere.

In conclusione ha preso la parola anche Maurizio Sciarra, il quale ha dichiarato che nel prossimo bando dell’Apulia Film Commission, i talenti Pugliesi non saranno più vincolati a locations nel solo territorio regionale.

Di seguito la trama del film Dei:

Martino lavora tutte le notti con il padre alla ricerca di ferri vecchi tra il desiderio di studiare filosofia e le complicate condizioni economiche della famiglia. Un giorno incontra un gruppo di amici dal carattere estroverso che lo introduce alla vita di città. Martino inizia così un percorso di consapevolezza tra la voglia di emancipazione e il suo legame con la natura.

Di seguito alcune foto della conferenza stampa.