Billy é un cucciolo di koala che vive a Greenpatch con i suoi genitori: Betty e Bill; Bill é un grande avventuriero, oltrepassa i confini del mondo conosciuto per poter salvare gli animali in difficoltà e per portarli al sicuro nella sua città, dopo tutte le specie sono ben accette, inoltre è l’eroe di suo figlio. Il suo ultimo viaggio verso il mare dei draghi bianchi lo ha portato troppo lontano da casa, tanto da non farci ritorno da più di un anno, così suo figlio Billy seppur impreparato parte alla sua ricerca.

Billy il Koala

Durante il suo viaggio conoscerà nuove realtà, come quella della viziata koalina Nutsy “salvata” da Billy durante il suo trasferimento nel nuovo zoo, e di Wombo , uno svitato vombatide grande amico del padre del giovane koala e che lo aiuterà con le sorelle Beryl & Cheryl, due struzzi amanti del pettegolezzo con il sogno di poter spiccare il volo. Affronterà felini selvatici, schiverà coccodrilli, tante avventure che metteranno alla prova il suo coraggio, alimentato dalla missione di ritrovare suo padre e di ritornare sano e salvo a Greenpatch prima che sua madre scopri la sua fuga.

Deane Taylor (già art director in The Nightmare Before Christmas e regista in Le avventure di Charlie, e serie tv targate Hanna Barbera come Scooby Doo, The Flinstones, Tom & Jerry) riporta sul grande schermo il beniamino dei bambini australiani, un personaggio nato nel 1933 attraverso le storie scritte da Dorothy Wall che nel corso degli anni è diventato un’icona nazionale, incarnando i valori  dell’amicizia e della famiglia con un pizzico d’avventura e sano divertimento.

Billy il Koala recensione

Billy il koala é un film d’animazione adatto a tutte le età, così come universali sono le storie del piccolo koala e dei suoi amici raccontate da più di ottant’anni. Il film d’animazione percorre il classico schema del percorso dell’eroe che raggiungere il proprio obiettivo dovrà superare ostacoli fisici ed interiori aiutato dai personaggi incontrati durante il proprio viaggio.

Ad imparare da Billy non saranno solo i bambini, ma anche gli adulti, perché il piccolo koala ed i suoi amici ci dimostreranno che bisogna sempre aiutare un amico (anche se conosciuto pochi minuti prima) in difficoltà, che bisogna assumersi la responsabilità delle proprie azioni e non bisogna mollare mai e credere in se stessi per fare la cosa giusta.

Il nostro parere: 7

“Billy il koala. Pronti per l’avventura” uscirà nelle sale italiane il 31 marzo, distribuito da Microcinema distribuzione.