Come da previsione è Annabelle 2: Creation a vincere il Box Office Usa, il secondo di un mese di agosto davvero molto lento. L’incasso di 35 milioni è sufficiente a battere la concorrenza e dichiarare questo nuovo capitolo del franchise nato da The Conjuring un successo.

Con un bottino complessivo di 35 milioni di dollari, e 10 mila dollari di media per sala, Annabelle 2: Creation vince il Box Office Usa a mani basse. L’incasso all’esordio del prequel/spin-off di The Conjuring è il più basso fatto registrare dal franchise fino ad oggi, ma è da considerare comunque alto, siamo difatti in un weekend solitamente poco preferito dal pubblico americano. L’incasso di Annabelle 2: Creation è in linea con quello fatto registrare dal primo capitolo (37,13 milioni), ma inferiore di circa 5/7 milioni rispetto agli incassi dei due The Connjuring, entrambi sopra i 40 milioni. Nessuno di questi, come detto, è stato rilasciato in un weekend così poco considerato. Quindi bene così.

Scivola al secondo posto Dunkirk. Il dramma bellico di Christopher Nolan incassa altri 11,4 milioni e porta il totale a quota 153,71 milioni, si tratta di un nuovo impressionante risultato per l’apprezzato regista della trilogia del Cavaliere Oscuro. Al terzo posto si posiziona una delle delusioni del weekend, The Nut Jobs 2. L’incasso del cartoon è di 8,93 milioni, di certo non proprio il risultato sperato da Open Road Films.

Al quarto posto continua il “dramma” di La Torre Nera, l’incasso nel suo secondo weekend di programmazione è di 7,87 milioni, per un totale di 34,3 milioni. Troppo poco per Sony Pictures e le speranze di avere un nuovo franchise redditizio. La top five del Box Office Usa è chiusa da Emoji: Accendi le Emozioni con 6,6 milioni (totale 63,59 milioni).