Archivi tag: Greg Russo

Mortal Kombat: recensione del film diretto dall’esordiente Simon McQuoid

Abbiamo visto Mortal Kombat, la nuova trasposizione cinematografica dell’omonima saga videoludiva creata nel 1992 da Ed Boon e John Tobias. Questa la nostra recensione.

Mortal Kombat, disponibile in esclusiva su Now e Sky a partire dal 30 maggio, è stato diretto dall’esordiente Simon McQuoid su una sceneggiatura firmata da Greg Russo. Nel cast trovano spazio Joe Taslim (Sub-Zero), Ludi Lin (Liu Kang), Mehcad Brooks (Jax), Tadanobu Asano (Raiden), Sisi Stringer (Mileena), Jessica McNamee (Sonia), Josh Lawson (Kano), Lewis Tan (Cole Young), Hiroyuki Sanada (Scorpion), Chin Han (Shang Tsung), e Max Huang (Kung Lao).

Partiamo col dire che questa non è la prima volta che Mortal Kombat si trasforma in un live action, è infatti del 1995 la sua prima trasposizione cinematografica, seguita poi dal meno amato dai fan Mortal Kombat: Distruzione Totale. Il regista Simon McQuoid con il nuovo film ha voluto far rinascere il franchise cinematografico, allontanandosi in qualche modo da quanto fatto nelle pellicole precedenti, pur restando fedele alla tradizione del videogioco originale. Per farlo ha riportato in vita molti dei personaggi più iconici, i costumi, le mosse e, soprattutto, un elemento essenziale che per i fan più affezionati non poteva assolutamente mancare: LE FATALITY!

Mortal Kombat si apre con un impressionante prologo, ambientato nel Giappone del XVII secolo, intriso di pathos, tensione e violenza. Qui un gruppo di assassini, guidati da Bi-Han/Sub-Zero, irrompe nella casa di Hanzo Hasah/Scorpion. L’infame Bi-Han provoca la morte della moglie e del primogenito di Hanzo. Quest’ultimo, dopo aver sconfitto e ucciso tutti gli aggressori, cade anch’egli vittima del malvagio Bi-Han. Questo evento viene narrato per spiegare ai neofiti la rivalità esistente tra due dei personaggi chiave sia del gioco che del film, ossia Scorpion e Sub-Zero.

La sceneggiatura di Greg Russo, basandosi su un videogioco in cui un torneo di arti marziali decide il destino della Terra, risulta chiaramente elementare, ma ciononostante capace di accontentare allo stesso modo fan della saga videoludica e non solo. Ad una prima parte di trama mossa da una serie di sequenze action a tinte forti, il cui ritmo è assolutamente frenetico, si contrappone una seconda più classica, dove la lotta del bene contro il male prende il sopravvento, con le scene di combattimento che prendono vita insieme ad alcuni famosi slogan. Vengono così ricreate in parte le sensazioni che un giocatore vive davanti a una Playstation.

I set australiani sono stati trasformati in gigantesche e oscure grotte, templi strabilianti e immensi deserti che, insieme ai costumi e ai violenti combattimenti corpo a corpo, nonché ad una colonna sonora azzeccata e puntuale, riescono a riformare lo spirito selvaggio che da sempre aleggia nel videogioco. Purtroppo un budget abbastanza contenuto, ammontante a circa 50 milioni di dollari, ha sicuramente influito sulla realizzazione degli effetti speciali che, in alcuni momenti, possono risultare imbarazzanti.

Il cast di Mortal Kombat non brilla certo per le qualità recitative dei propri interpreti. Esce dal piattume generale Hiroyuki Sanada il quale, nel prologo anzidetto, riesce a emozionare empaticamente lo spettatore attraverso una recitazione sentita e densamente drammatica, che affonda le sue radici nella classica teatralità giapponese. Merita una menzione anche Josh Lawson il quale, nei panni del viscido Kano, dona colore e ironia alle scene in cui è presente.

Il risultato finale, nonostante le pecche sottolineate, è assolutamente soddisfacente, difficilmente si sarebbe potuto fare di meglio con il materiale a disposizione… Consigliato!


Mortal Kombat: dichiarazioni del cast e scene inedite dalla nuova featurette

Con l’inizio del mese di aprile, i fan dell’universo Mortal Kombat sono entrati in una fase acuta di passione, ed il lancio della nuova featurette non poteva non innalzare in loro il livello di hype.

Rilasciata attraverso i canali social del film, la nuova featurette, intitolata per l’occasione “meet the kast” passa la parola ai membri del cast di Mortal Kombat, ma regala anche alcune gustose sequenze inedite, alcune di queste dedicate a Mileena, Kabal e Goro. A parlare del film nella featurette sono stati, oltre che il regista Simon McQuaid e lo sceneggiatore Greg Russo, anche molti dei membri del cast del film, tra cui Mehcad Brooks (Jax), Joe Taslim (Sub-Zero), Ludi Lin (Liu Kang) e Lewis Tan (Cole Young). Trovate la featurette in fondo alla pagina.

MORTAL KOMBAT

PRODUZIONE: La sceneggiatura del nuovo film è stata firmata da Greg Russo, con Simon McQuoid in cabina di regia. James Wan ha prodotto con la sua Atomic Monster, con lui anche Michael Clear e Todd Garner. CAST: Joe Taslim (Sub-Zero), Ludi Lin (Liu Kang), Mehcad Brooks (Jax), Tadanobu Asano (Raiden), Sisi Stringer (Mileena), Jessica McNamee (Sonia), Josh Lawson (Kano), Lewis Tan (Cole Young), Hiroyuki Sanada (Scorpion), Chin Han (Shang Tsung), e Max Huang (Kung Lao).

TRAMA: In “Mortal Kombat”, il campione di MMA Cole Young, abituato a farsi picchiare per soldi, è ignaro della sua eredità—e anche del perché l’Imperatore dell’Outworld Shang Tsung abbia mandato il suo guerriero migliore, Sub-Zero, e altri Cryomancer ultraterreni, per dargli la caccia. Preoccupato per la sicurezza della sua famiglia, Cole parte alla ricerca di Sonya Blade responsabile della Jax, Maggiore delle Forze Speciali che porta anche lei sulla pelle lo stesso marchio del drago con cui Cole è nato. Molto presto, si ritrova nel tempio di Lord Raiden, Antico Dio e Protettore di Earthrealm, che assicura riparo a tutti coloro che portano un marchio come il suo. Qui, Cole si allena con guerrieri esperti come Liu Kang, Kung Lao e l’implacabile mercenario Kano, preparandosi a combattere con i più grandi campioni della Terra, contro i nemici dell’Outworld, in una battaglia in cui è in gioco il destino dell’universo. Riuscirà Cole ad essere abbastanza motivato da scatenare il suo arcana—l’immenso potere custodito nella sua anima—in tempo non solo per salvare la sua famiglia, ma anche per sconfiggere Outworld una volta per tutte?

In contemporanea al cinema e su HBO Max dal 23 aprile 2021.


Un primo sguardo a Nitara, la terrificante vampira del film Mortal Kombat

Lo sceneggiatore Greg Russo ha diffuso in rete una nuova immagine ufficiale da Mortal Kombat, il film che si ispira alla famosa saga videoludica targata Midway.

L’immagine in questione, diffusa attraverso i canali social dello sceneggiatore, regala un primissimo sguardo a Nitara, la terrificante vampira apparsa nel franchise videoludico a partire dal capitolo Mortal Kombat: Deadly Alliance. La sua presenza nel film è stata tenuta segreta fino ad oggi, e la motivazione potrebbe celarsi nel fatto che Nitara non è mai stato un personaggio principale nei videogame. Quali altri personaggi secondari avrà celato la Warner Bros?

MORTAL KOMBAT

PRODUZIONE: La sceneggiatura del nuovo film è stata firmata da Greg Russo, con Simon McQuoid in cabina di regia. James Wan ha prodotto con la sua Atomic Monster, con lui anche Michael Clear e Todd Garner. CAST: Joe Taslim (Sub-Zero), Ludi Lin (Liu Kang), Mehcad Brooks (Jax), Tadanobu Asano (Raiden), Sisi Stringer (Mileena), Jessica McNamee (Sonia), Josh Lawson (Kano), Lewis Tan (Cole Young), Hiroyuki Sanada (Scorpion), Chin Han (Shang Tsung), e Max Huang (Kung Lao).

TRAMA: In “Mortal Kombat”, il campione di MMA Cole Young, abituato a farsi picchiare per soldi, è ignaro della sua eredità—e anche del perché l’Imperatore dell’Outworld Shang Tsung abbia mandato il suo guerriero migliore, Sub-Zero, e altri Cryomancer ultraterreni, per dargli la caccia. Preoccupato per la sicurezza della sua famiglia, Cole parte alla ricerca di Sonya Blade responsabile della Jax, Maggiore delle Forze Speciali che porta anche lei sulla pelle lo stesso marchio del drago con cui Cole è nato. Molto presto, si ritrova nel tempio di Lord Raiden, Antico Dio e Protettore di Earthrealm, che assicura riparo a tutti coloro che portano un marchio come il suo. Qui, Cole si allena con guerrieri esperti come Liu Kang, Kung Lao e l’implacabile mercenario Kano, preparandosi a combattere con i più grandi campioni della Terra, contro i nemici dell’Outworld, in una battaglia in cui è in gioco il destino dell’universo. Riuscirà Cole ad essere abbastanza motivato da scatenare il suo arcana—l’immenso potere custodito nella sua anima—in tempo non solo per salvare la sua famiglia, ma anche per sconfiggere Outworld una volta per tutte?

In contemporanea al cinema e su HBO Max dal 16 aprile 2021.


Terminate le riprese del reboot di Mortal Kombat

Le riprese del tanto osannato reboot di Mortal Kombat sono ufficialmente terminate, a confermarlo lo sceneggiatore Greg Russo.

Questo nuovo aggiornamento, avvenuto attraverso il solito tweet ufficiale, arriva in rete alcuni giorni dopo quello relativo alla nuova release messa a disposizione dalla Warner Bros, ovvero il 15 gennaio 2021.

Trovate il tweet di Greg Russo in fondo al nostro articolo.

Mortal Kombat

Lo storico videogame alla base dell’adattamento porta in scena una serie di combattenti provenienti da diciotto reami pronti a scontrarsi a vicenda in duelli all’interno di un torneo. In passato la saga videoludica Mortal Kombat è già arrivata al cinema per ben due volte: Mortal Kombat nel 1995 e Mortal Kombat – Distruzione Totale nel 1997, entrambi stroncati dalla critica. La web serie creata da Kevin Tancharoen dal titolo Mortal Kombat Legacy nel 2011 è divenuta una sorta di cult per i fan.

La sceneggiatura del nuovo film è stata da tempo affidata nelle mani di Greg Russo, con Simon McQuoid pronto a dare il via alla sua nuova carriera da regista. James Wan produrrà con la sua Atomic Monster, con lui anche Michael Clear e Todd Garner.

CAST: Joe Taslim (Sub-Zero), Mehcad Brooks (Jax), Tadanobu Asano (Raiden), Sisi Stringer (Mileena), Jessica McNamee (Sonia), Josh Lawson (Kano), Lewis Tan (Kung Lao?), Hiroyuki Sanada (Scorpion), Chin Han (Shang Tsung).

AL CINEMA: Negli Usa dal 15 gennaio 2021.

Anche Space Invaders arriverà sul grande schermo

New Line Cinema è pronta a portare al cinema uno dei videogames più amati degli anni ottanta: Space Invaders.

Deadline ha confermato quest’oggi che New Line Cinema ha messo sotto contratto Greg Russo per iniziare a sviluppare – e scrivere – la sceneggiatura. Russo è oramai l’uomo da chiamare quando si tratta di adattamenti da videogames, al momento è infatti impegnato con Mortal Kombat, la serie tv Resident Evil e Saints Row.

Il film verrà prodotto da Akiva Goldsman e dalla sua Weed Roads Pictures, da Joby Harold e Tory Tunnell della Safehouse Pictures, e da Warner Bros e New Line Cinema che si occuperanno della distribuzione.

Il videogame Space Invaders è diventato icona pop degli anni ottanta, aprendo un vero e proprio capitolo della storia dei videogame arcade, Il player utilizzava un cannone laser per fermare l’invasione aliena.


Il nuovo Mortal Kombat sarà vietato ai minori, e mostrerà le Fatality

Le buone notizie spesso sono accompagnate da altre ancora migliori. E’ il caso del nuovo aggiornamento relativo a Mortal Kombat che di certo renderà felici i fan della saga videoludica.

Preoccupati di ottenere un nuovo Mortal Kombat in versione Pg-13, i fan della saga videoludica da oggi possono dormire sonni tranquilli, perchè il nuovo adattamento cinematografico sarà vietato ai minori. A confermare il celebre R-Rated è stato quest’oggi lo sceneggiatore Greg Russo.

Lo scrittore è intervenuto sui canali social per rassicurare i fan, e prepararli all’avvento – finalmente – delle celebre Fatality. Oramai divenute un must della saga videoludiche, le Fatality appassionano da sempre players da ogni parte del mondo grazie alle fantastiche varianti grafiche. Ed ora, con la conferma della loro presenza nel film, scatterà il toto-scommesse su quali delle più celebri verranno inserite nella storyline principali.


La sceneggiatura è stata da tempo affidata nelle mani di Greg Russo, con Simon McQuoid pronto a dare il via alla sua nuova carriera da regista. James Wan produrrà con la sua Atomic Monster, con lui anche Michael Clear e Todd Garner.

Nel cast Joe Taslim(Sub-Zero).

Lo storico videogame alla base dell’adattamento porta in scena una serie di combattenti provenienti da diciotto reami pronti a scontrarsi a vicenda in duelli all’interno di un torneo. In passato la saga videoludica Mortal Kombat è già arrivata al cinema per ben due volte: Mortal Kombat nel 1995 e Mortal Kombat – Distruzione Totale nel 1997, entrambi stroncati dalla critica. La web serie creata da Kevin Tancharoen dal titolo Mortal Kombat Legacy nel 2011 è divenuta una sorta di cult per i fan.

Mortal Kombat sarà rilasciato nelle sale Usa dal 5 marzo 2021.


F. Gary Gray dirigerà l’adattamento del videogame Saints Row

Il regista F. Gary Gray dirigerà l’adattamento cinematografico di Saints Row, famoso franchise videoludico.

Secondo MovieWeb, la Fenix Studios di F. Gary Gray ha stretto un accordo di collaborazione con Koch Films e Occupant Entertainment per portare sul grande schermo la saga videoludica Saints Row. La fonte rivela, inoltre, che il “triumvirato” produttivo ha ingaggiato Greg Russo per scrivere la sceneggiatura del film.

La stella di Greg Russo è oramai in piena ascesa. L’ingaggio per Saints Row arriva dopo aver firmato le sceneggiature di altri due reboot tratti da franchise videoludici, ovvero Mortal Kombat e Resident Evil.

Koch Films è una sussidiaria della compagnia tedesca Koch Media, la quale è proprietaria della Deep Silver, creatrice del franchise Saints Row.

Ecco la trama di Saints Row ripresa da Wikipedia:

La storia narra di un ragazzo che viene salvato da una sparatoria da Julius Little, capo della gang dei Third Street Saints. Vedendo del “buono” nel ragazzo, Julius decide di dargli la possibilità di entrare nella banda e quindi, dopo aver passato il rito di canonizzazione, lo presenta ai suoi colleghi: Johnny Gat, asiatico dal grilletto facile con la filosofia del “Prima ti uccido e poi parliamo”; Dex, l’esatto contrario di Johnny, persona intelligente che pensa prima di agire ed ha sempre un piano a portata di mano; Troy, il braccio destro di Julius e Lin, una ragazza asiatica che saprà farsi rispettare nel gruppo.


Greg Russo aggiorna sullo stato di sviluppo del reboot di Resident Evil

La saga cinematografica Resident Evil sarà riavviata con James Wan in cabina di produzione. Quest’oggi lo sceneggiatore Greg Russo ha aggiornato sullo sviluppo del progetto.

Intervistato da DiscussingFilmGreg Russo ha brevemente parlato del reboot di Resident Evil, confermando di aver consegnato la prima bozza di sceneggiatura. Russo ha svelato di aver steso la sua bozza con l’idea di riportare la componente horror nel franchise a discapito di quell’azione, tanto apprezzata da Paul W.S. Anderson nei suoi film.

Lo scrittore ha rivelato di aver lavorato alla bozza per un anno, prima di lasciare il testimone al produttore James Wan.


La saga cinematografica Resident Evil è stata avviata da Paul W.S. Anderson nel 2002, ovviamente la trama è stata adattata dall’omonima saga videoludica di proprietà della Capcom. I capitoli arrivati in sala sono stati sei e, complessivamente, hanno incassato oltre 1,2 miliardi di dollari. La protagonista dell’intera sagà è stata interpretata da Milla Jovovich.

Resident Evil sarà sceneggiato da Greg Russo, e prodotto da James Wan.



Sarà James Wan a produrre il nuovo reboot di Resident Evil

Appena un giorno dopo aver scoperto che la Constantin Film è attulamente a lavoro sul rebooting della saga cinematografica Resident Evil, arriva la notizia che rivela il nome dietro questo nuovo importante progetto, nome che appartiene a James Wan, una delle più importanti realtà del cinema horror degli ultimi anni.

Ebbene si, quel nome importante dietro il nuovo reboot della saga Resident Evil alla fine si è rivelato essere quello di James Wan, regista di film apprezzatissimi dalla critica come Insidious, The Conjuring e Saw, ma anche produttore di grande feeling con il successo. La notizia è stata confermata pochi istanti fa da Bloody Disgusting, il primo sito a menzionare ieri il processo di rebooting della saga.

La fonte rivela che James Wan è salito a bordo come produttore, mentre la sceneggiatura è stata affidata a Greg Russo, già autore della sceneggiatura del futuro reboot di Mortal Kombat, altra saga cinematografica tratta dal mondo dei videogames. Nessun regista è stato al momento assunto da Constantin Film, Atomic Monster (di James Wan) e Screen Gems (Sony Pictures).

La saga cinematografica Resident Evil è stata avviata da Paul W.S. Anderson nel 2002, ovviamente la trama è stata adattata dall’omonima saga videoludica di proprietà della Capcom, i capitoli arrivati in sala sono stati sei e, complessivamente, hanno incassato oltre 1,2 miliardi di dollari. La protagonista dell’intera sagà è stata interpretata da Milla Jovovich.

Resident Evil Reboot sarà sceneggiato da Greg Russo e prodotto da James Wan.