WarnerMedia si riorganizza, i punti salienti

WarnerMedia ha intenzione di riorganizzarsi per operare in maniera più strategica, ma sembra che l’ambizione principale sia quello di lanciare HBO Max in tutto il mondo. Diverse promozioni, come tagli e licenziamenti, saranno inevitabili. Tra gli obiettivi, anche quello di migliorare il numero di iscritti su HBO Max a fronte dei 60 milioni raggiunti da Disney+ in nove mesi. 

Come riporta Deadline, Jason Kilar (il CEO di WarnerMedia) ha innanzitutto annunciato la divisione chiamata Studios and Network Group che combinerà Warner Bros, HBO, HBO Max, TNT, TBS e TruTV, ossia tutte le attività produttive e distributive per il cinema, i canali televisivi e lo streaming. A capo di questa divisione c’è Ann Sarnoff (CEO di Warner Bros) che supervisionerà quindi tutti i progetti legati a Warner Bros, HBO, HBO Max, TNT, TBS e TruTV.

Andy Forssell, general manager di HBO Max, guiderà una nuova unità operativa di HBO Max e tra i suoi compiti c’è il marketing e il lancio globale della piattaforma streaming. Sembra chiaro che WarnerMedia intenda portare HBO Max in tutto il mondo cominciando in alcuni paesi (nel 2021 la piattaforma debutterà in America Latina).

Inevitabili i licenziamenti per via di questa ristrutturazione. A lasciare per primi saranno Kevin Reilly (presidente di TNT, TBS e truTV),  Keith Cocozza, Bob Greenblatt che hanno avuto un ruolo centrale nel lancio di HBO Max.

Lascia un Commento...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: