Gli ospiti dell'ultima edizione della View Conference sono stati molti e di alto livello. Tra i tanti si è distinta Nora Twomey, pluripremiata regista del bellissimo The Breadwinner, e co-fondatrice dello studio Cartoon Saloon.

Nora ha lavorato a pochi film di animazione, ma tutti sono stati raccimolatori di premi in molti festival del mondo, tra cui spiccano The secret of Kells, nominato ad un premio Oscar e, appunto, The Breadwinner, anche lui nominato.

L'intervento di Nora alla View Conference è stato molto interessante, ha raccontato la sua vita e il suo percorso professionale, mostrando pezzoni e trailer dei suoi film. Maria Elena Gutierrez, direttrice della View, ha premiato Nora Twomey col primo Visionary Award per la sua incredibile sensibilità artistica.


Ecco l'intervista che ci ha concesso a noi di Universal Movies:

Nora, grazie per il tempo che ci concedi e grazie per il tuo bellissimo lavoro. Da From darkness, il tuo primo cortometraggio a The Breadwinner c'è un filo conduttore che sfiora tutte le tue opere?

Penso che il tema più presente sia quello di affrontare le proprie paure, sono sempre stata interessata nei miei film al buio e all'illuminare il buio stesso. Sì, c'è una connessione tra tutte le opere, un senso di trasformazione che una persona affronta quando questa si trova di fronte alle proprie paure.

Angelina Jolie è produttore esecutivo di The Breadwinner. Si è limitata a supportare il film o è intervenuta attivamente durante la lavorazione?

Angelina ha seguito il film durante tutto il processo di lavorazione, è intervenuta sullo script, in particolare sul finale perchè volevamo lasciare quella particolare emozione nel pubblico alla fine del film. Angelina ha una particolare connessione col mondo afgano, ha anche una certa sensibilità verso i problemi che affrontano i bambini nelle zone difficili del mondo, è una regista, quindi ha una visione cinematografica sua. Ci ha aiutato molto a portare il film sullo schermo e a guidare il team in un modo personale e registrava spesso messaggi di incoraggiamento verso il team di lavoro.

Cartoon Saloon, il tuo studio, si occuperà ancora di produzioni televisive dopo Puffin Rock oppure vi limiterete al cinema?

Continueremo con entrambi i settori. Come studio, stiamo cercando nuovi talenti con nuove idee, soprattutto talenti femminili. Amiamo il cinema, amiamo i prodotti televisivi, specialmente quelli indirizzati ad un pubblico giovane.

Che tipo di film guardi? Che genere di film ami?

Tutti i tipi! Ho sempre amato i film dello Studio Ghibli, da Totoro a La città incantata, mi piacciono molto i film di animazione in generale, ma guardo anche i film live. Guardo veramente di tutto, dai blockbuster sui supereroi ai film d'autore, amo i film d'amore.

Durante il tuo talk hai parlato di un prossimo progetto. Puoi dirci qualcosa di più?

Sto sviluppando un progetto che si chiama My father's dragon, che è basato su un libro americano di Ruth Stiles Gunnett, è uscito negli anni '50 e parla di un giovane ragazzo che, dovendo passare un momento difficile della sua vita, si rifugia nella fantasia dove conosce un drago.

E quando pensi che il film vedrà la luce?

Non lo so, siamo in una fase precoce del progetto e stiamo iniziando a lavorarci su.


Inoltre, Nora Twomey agli altri giornalisti ha riferito che la scrittrice del libro The Breadwinner, Deborah Ellis, aveva scritto la sua opera dal punto di vista del padre della protagonista, mentre loro hanno preferito mettere al centro Parvana come protagonista del film. Deborah ha incoraggiato la regista a trovare il suo punto di vista del film e non l'ha obbligata verso nessuna scelta particolare.

Ha, inoltre, affermato che, come regista The Breadwinner le ha dato molto ma non crede di poter fare altro o dire altro sui protagonisti, quindi non produrrà gli altri libri dedicati al personaggio di Parvana. Il film ha una struttura chiusa, voleva lasciare il pubblico con la sensazione che la giovane protagonista avesse chiuso un capitolo della sua vita e si dedicasse ad un nuovo capitolo.

Nora e Cartoon Saloon hanno provato a distribuire il film in Afghanistan, ma non vi sono molti cinema nel paese, quindi si sono messi in contatto con la stazione tv afgana Tolo TV dove il film The Breadwinner è stato trasmesso. Molte donne che si trovavano nella posizione di Parvana si sono fatte sentire e hanno mostrato il loro apprezzamento.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.