nuevo orden a venezia 77
Festival Mostra Venezia

Venezia 77, il resoconto del nono giorno


Al nono giorno di Venezia 77Giovedì 10 Settembre, entrano in concorso Nuevo orden di Michel Franco ed And Tomorrow the entire World di Julia von Heinz. Fuori concorso, invece, presentati il documentario La verità sulla Dolce Vita e Run Hide Fight di Kyle Rankin.

Il messicano Nuevo orden di Michel Franco è un dramma distopico, una critica verso la società contemporanea, tra disparità e discriminazioni sociali. Racconta di un matrimonio dell’alta società, che viene mandato improvvisamente a monte da persone di rango apparentemente più basso. Scaturisce così un conflitto sociale che dà il via a un violento colpo di stato. Definito come il film più scioccante in concorso, è consigliato ad un pubblico di soli adulti, data la presenza di numerose scene violente.

Il tedesco And Tomorrow the Entire World, diretto da Julia Von Heinz, segue un gruppo di giovani aderenti al movimento Antifa. Più precisamente, come recita la sinossi ufficiale: Un’ondata di violenza razzista attraversa la Germania. Luisa è membro di un movimento antifascista che si oppone con violenza ai neonazisti. Ma attraverso la virulenza del suo impegno contro l’estrema destra, Luisa cerca anche di impressionare Alfa, un ragazzo che ama. Un film che pare non aver convinto, nè entusiasmato.

Run Hide Fight di Kyle Rankin, presentato fuori concorso, racconta del sequestro degli alunni, di una scuola superiore, da parte di un gruppo di studenti disadattati. Zoe, reattiva e coraggiosa, non vuole arrendersi a questa violenza insensata e cerca di affrontare la situazione per liberare i suoi compagni. Il regista ha così introdotto il film: “Ho scritto Run Hide Fight per affrontare la mia paura e impotenza di fronte alle sparatorie di massa. Il mio intento non è mai stato quello di sfruttare il dolore di qualcuno, ma quello di dar vita a un confronto civile sulle armi in America, soprattutto tra amici che hanno visioni opposte su un tema complesso come questo. Spero che guardando il film, il pubblico pensi a quali scelte farebbe e chi vorrebbe essere se si trovasse nella posizione di Zoe”.

La verità su La dolce vita è il documentario diretto da Giuseppe Pedersoli, figlio di Bud Spencer e nipote di Giuseppe Amato che produsse La dolce vita. A sessant’anni dalla sua produzione, e anche nel centenario di Federico Fellini, questo documentario racconta la nascita e le vicissitudini di uno dei capolavori più iconici e famosi della storia del cinema. E lo fa attraverso documenti inediti, sequenze del film, testimonianze dei protagonisti della vicenda.

DI SEGUENTE, I RESOCONTI DELLE ALTRE GIORNATE DI VENEZIA 77

Lascia un Commento...